Zibaldone di mreight

Mi accingo ora a vergare le prime righe del Diario riesumato, sebbene abbia accolto con slancio la sfida lanciata da .screen ormai più di tre settimane fa.
Sfida interessante in quanto seguivo già da tempo alcuni dei punti in programma. L’obbiettivo ultimo è:

  • successo in amore
  • successo lavorativo
  • vita sociale
  • andarmene di casa

Ritenendo funzionale la sfida ho passato al vaglio i punti che già seguo naturalmente, quelli più aderenti alle esigenze del momento e quelli più funzionali in ottica futura.

COSE VIETATE

*1. E’ vietato masturbarsi o anche solo toccarsi senza venire (a meno che non lo facciate in presenza di una ragazza). * Del No Fap ne sono stato un accanito sostenitore (forse ancor prima di .screen :stuck_out_tongue:). Di recente avevo ripreso ad ammazzare la noia con saltuari edging. Adesso mi sto astenendo da 3 settimane. Questa è per me forse la sfida più seducente, accattivante e divertente.

2. E’ vietato fare uso di droghe o di sostanze che alterano la vostra percezione della realtà. Quindi è vietato anche alcol e varianti. Mai drogato. Mi concedo uno/due spritz a settimana, ma solo perché ad invitarmi è un amico.

3. E’ vietato fumare anche sigarette elettroniche. Mai fumato, sebbene il fumo lo gradisca assai, anzi, da sempre. Da adolescente mi misi a leggere manga onde evitare di sperperare inutili danari danneggiando la salute. Anni fa smisi pure di leggere manga.

4. E’ vietato andare con prostitute o comunque sesso a pagamento. Eh eh eh… ho trascorso gli ultimi tre anni andando ad escort. Gratis però. Ma questa è un’altra storia…

5. E’ vietato fare sesso a sfregio. Se una ragazza vi propone di fare sesso e c’è almeno un 70% di probabilità che non vogliate frequentarla, dovete rifiutarla o continuare a uscirci per conoscerla meglio. Mai fatto

6. E’ vietato fare sesso al primo appuntamento o comunque entro 24h da quando avete conosciuto la ragazza. No problem

7. E’ vietato mangiare: nutella, pizza, panzerotti, kebab, sofficini, merendine, succhi di frutta, cioccolato, coca cola e bevande gassate in generale (incluso tè, ecc.), dolci in generale, gelati, ghiaccioli, ecc. Si a qualsiasi cosa fit: pollo, salmone, merluzzo, carote, pasta, pane, ecc. Una volta a settimana potete scegliere uno dei cibi vietati e mangiarlo. Per il resto non serve che seguite particolari restrizioni caloriche, basta che mangiate sano. Per dire, un panino con il prosciutto cotto potete mangiarlo serenamente. Idem una bistecca o un piatto di pasta. Di norma sono già abbastanza attento. Potrei aver sgarrato in quanto a lavoro la dispensa è ripiena di siffatte schifezze. Il mio consumo è però modico e per la mia corporatura dovrei invece abbondarne. Tutto sommato si potrebbe dire che non riesco a rifiutare alle schifezze omaggiate, anzi richieste, dalle ragazze

8. E’ vietato spendere soldi per qualsiasi cosa non sia meramente di sopravvivenza o citata qui. Quindi la nuova auto la comprate fra 6 mesi. Oppure il nuovo computer idem. Oppure la nuova pedana per lo stacco. Oppure il nuovo iPhone o la nuova t-shirt. Se non è cibo o cose di primaria importanza, non le acquistate. Spendo talmente poco…

9. E’ vietato fare qualsivoglia lavoretto esterno al vostro lavoro principale. Ho uno stipendio di 436€ al mese e il contratto durerà per ancora una trentina giorni. Ben venga un secondo lavoro!

10. E’ vietato lamentarsi, incazzarsi, rispondere male, fare le vittime. Potete far valere i vostri diritti, ma sempre in tono pacato e rispettoso. Senza lamentarvi e senza cagare il cazzo. Diciamo che all’85% riesco a seguirlo

11. E’ vietato giocare a qualsiasi videogioco (da telefono a computer a play station ecc.). Si a giochi in scatola o comunque dal vivo. A maggio ho raggiunto il famigerato Livello 40 di Pokémon Go, gioco al quale ho dedicato l’ultimo anno impegnandomi proprio per raggiungere l’ultimo livello. È stata per me anche una prova di costanza, cercare di mantenere un certo ritmo costanza ed interesse per un tempo così lungo. PoGo ha avuto il vantaggio, oltre che concedermi un periodo di pausa per guarire un trauma, di offrirmi la possibilità di entrare in un nuovo circolo sociale. Un circolo eterogeneo, non composto unicamente da nerdoni, bensì da gente di tutte le età (dai 14 ai 70 anni). Un gioco che di certo non mi ha relegato chiuso in casa, anzi mi ha costretto talvolta a percorrere 100 km settimanali e ritrovarmi coi calli ai piedi. Onde per cui il mio intento, se già non sta avvenendo, è di ridurre gradualmente l’attività di gioco superflua, mantenendo invece i momenti di socialità.

12. Riduci i social network e serie TV a massimo un’ora al giorno. Ho provveduto a disinstallare le app dallo smartphone

13. E’ vietato “uscire a figa” e, peggio, “uscire a fare game”. Ok

14. E’ vietato “parlare con gli amici di game”. Non so chi siano

15. E’ vietato “leggere o studiare cose inerenti la seduzione” (anche le mie). Ehm…questa è dura

16. E’ vietato conteggiare le volte in cui fate sesso con ragazze nuove (se fate sesso fuori frame LTR perdete la sfida quindi non ha il minimo senso). Nema problema

COSE OBBLIGATORIE

1. Devi fare la prima settimana 5 minuti di meditazione. Come meditazione basta che fissi un punto del muro senza pensare a nulla. Se pensi a qualcosa pensa “ok, ho pensato…” e poi smetti di nuovo. L’obiettivo è di minimizzare quanto pensi, non azzerarlo. La seconda settimana passa a 10 minuti. La terza a 15. Da lì in poi fai sempre almeno 15 minuti di meditazione al giorno per 6 mesi. Partito con 10 min di meditazione guidata. Credo abbia già avuto effetti sulla mia pace interiore.

2. Apri un diario. O su carta o sul forum ( http://forum.innergame.pro/ ). Puoi prendere spunto dal mio. Tutti i compiti che ti ho dato ti porteranno inevitabilmente a soffrire parecchio. Ottimo, scrivi perché nel diario. E’ proprio quello lo scopo. Eccoci qua

3. Per ogni cosa che ti fa soffrire, chiediti almeno 5 volte “perché?” cercando di arrivare al motivo base. Una volta trovato lo scenario che ti spaventa tanto (es: mi spaventa l’idea di non far sesso per i prossimi 6 mesi) cerca di immaginarti cosa ti spaventa nel modo più vivido, colorato ed emotivo possibile. Finché smette di farti soffrire o ti fa venire in mente altri pensieri per cui soffri. In tal caso cerca di immaginarti scenari ancora peggiori finché non riesci a sciogliere il nodo. Nel mio diario trovi numerosi esempi. OK

4. Ogni volta che vi viene da sgarrare una qualsiasi regola, potete scrivere nel dettaglio emozioni e sensazioni che provereste a sgarrare. Descrivendo il prima, il durante e il dopo lo sguarro. Questo vi aiuterà tanto a governare i vostri istinti capendo se quell’azione vi è davvero utile o meno. OK

5. Iniziate un qualsiasi sport e fatelo almeno 2 volte a settimana per almeno 2 ore totali per il primo mese. Alzate le volte a 3 per 3 ore totali dal secondo mese. Meglio se andate in palestra. Meglio se fate più ore di quelle consigliate. Se vi servono suggerimenti o un personal trainer, contattate *
Mattia Grenzi
*
.
Questo è il punto più complesso sul quale bisognerà lavorare

6. Per 5 minuti al giorno, guardati allo specchio e sorridi. Cerca di distendere i muscoli il più possibile per poi smettere e sorridete normalmente. Cerca il più possibile di sembrare belli e accoglienti mentre lo fate. Non eccedere i 5 minuti, non serve. OK

7. Ogni cosa da fare cerca di renderla un rituale scegliendo un momento o un giorno preciso del giorno/settimana. Ok

8. Cerca di parlare con almeno 10 estranei nuovi a settimana (quindi poco più di uno al giorno). Se anche dici “ciao” o “buongiorno” a qualcuno che non conosci va bene e conta come “approccio”. Mi pare che sia ciò che faccio sempre a lavoro

9. Di ogni persona con cui parli cerca di capire il colore dei suoi occhi. Più volte scrivi nel diario il colore degli occhi di persone nuove che hai conosciuto meglio è. Fallo in particolare con gli sconosciuti. Bello!

10. Fai almeno 3 complimenti a settimana. Non necessariamente a persone diverse. Sto facendo

11. Cerca almeno una volta a settimana di buttare un qualsiasi discorso parlando di sesso in modo rilassato e normale. Come se fosse qualcosa di cui scherzi abitualmente. Va bene anche fare un complimento sessuale (es: bel culo o questi pantaloni ti fanno un gran culo. O belle tette ecc.)

12. Esci almeno 3 volte a settimana. Non necessariamente con amici, va bene anche solo fare almeno 20 minuti di passeggiata all’aperto in un luogo che ti piace. Non è necessario approcciare o fare nulla di extra rispetto a quanto detto. Da fare.

Sarebbe interessante approfondire questo punto

Se hai uno stipendio di 436€ al mese, hai un bel problema sul lavoro principale prima di cercarne uno nuovo :slight_smile:

Un gioco che ti ha chiesto di percorrere 100km settimanali… principalmente senza alcun fine. Fossero stati fatti con un fine e con un ritorno economico non guadagneresti 436€ al mese. Potevi farti assumere da Glovo e ora ne guadagneresti almeno altri 500 facendo la stessa fatica. Per dirne una veramente banale.

E’ che lavorare non è figo e divertente, giocare con i Pokémon si.

Ieri stavo leggendo Padre Ricco Padre Povero. Uno di quei libri che dovrebbero essere le pietre base della libertà economica. Non ho mai letto così tante stronzate in serie.

Ti lascio immaginare il livello di puttanate che incameri “studiando seduzione”.

  1. Ragazza ti offre cioccolatino/merendina consapevole della tua intolleranza al lattosio
  2. Ragazza ti invita a mangiare cioccolatino/merendina consapevole della tua intolleranza al lattosio comune anche a lei, quasi per una perversa richiesta di condivisione della trasgressione e del dolore

Duro finché vuoi, di fronte alle gattine non riesco proprio a resistere :joy_cat:

Cercarne uno nuovo è un obbligo. Tra un mese terminerà il mio anno di Servizio Civile; scelta che non si è affatto rivelata così malaugurata.

Vorrei lanciare una provocazione: è possibile trovare un lavoro figo e divertente?
Mi riferisco al cosiddetto “Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neanche un giorno in tutta la tua vita.”. Causa scelte improvvide del passato mi ritrovo con una laurea triennale poco spendibile sul mercato del lavoro (Lettere). Una soluzione potrebbe essere investire danaro per due anni e ottenere la Magistrale, anche se i dubbi, gli stessi che mi spinsero a non proseguire subito, permangono.

Un lavoretto in qualche azienda potrebbe non essere complicato da trovare per me, facendo parte delle categorie protette. A trattenermi è che nei tentativi fatti negli anni passati non mi sono sentito tagliato per quell’ambiente, commettendo vari errori e faticando a comprendere procedimenti all’apparenza semplicissimi.

Ecco, non vorrei stendere un’apologia pedante, ma mi trovo in una situazione caotica sulle scelte da fare prossimamente.

PoGo non vorrei fosse un paradiso virtuale dove rifugiarmi dal logorio della vita moderna. Vorrei viverlo come un hobby da condividere con la variegata folla di amici che mi sono creato, con il quale condivido un interesse e col quale ritrovarsi dal vivo; di cui buona parte viene a giocare dopo aver trascorso otto ore in fabbrica. Si possono eliminare degli eccessi qualora causassero distrazione, non scordare gli aspetti positivi.

Anche leggere i tuoi articoli considero “studiare seduzione”, così come leggere Sun Tzu o libri di filosofia. Dipende poi da come uno applica questi insegnamenti: alla lettera, prendendoli alla leggera, piluccando qua e là ciò che più gli interessa o assimilandoli e cercando di rielaborarli secondo la sua personale inclinazione.
Nei momenti di sconforto leggo esperienze di chi si è ritrovato in situazioni medesime alle mie al fine di valutare se potrei trarne consigli o incentivare la produzione di idee riguardo alla soluzione del caso.

Riguardo alla “seduzione delle donne”, per fare un esempio, con la ragazza con la quale mi piacerebbe realizzare qualcosa di serio, mi ha giovato usare metodi freddi della seduzione classica al fine sia di attirarla sia di rallentare i tempi, col risultato che solo nelle ultima settimana e mezza ho intensificato il corteggiamento nella maniera che consigli tu e giusto ieri, dopo la verbalizzazione del mio interesse a volerla frequentare extra-lavoro, un suo esito positivo per la prossima settimana.
Eppure cosa significava questo? Niente! Un “va bene”! ma fottesega, mi sono sentito felice come un pupo. Quando ci sarà questo date magari ci annoieremo a morte, ma chi se ne frega, in amore bisogna rischiare. Se per lei i tempi sembravano maturi forse prima, per me i tempi sono maturi adesso. Ora mi sento più focalizzato e libero e tranquillo di comportarmi come mi sembra più giusto.

Si può dire che cercare di migliorare per diventare in grado di rendere felici anche altre persone sia sbagliato?
Per vent’anni, a vent’anni, quando più avevo le energie proprie della gioventù, mi sono adagiato sugli allori. Adesso che ne ho 30 è tempo di raccogliere i frutti che si sono maturati spontaneamente, assaggiarli e decidere se sputarli o piantarne di nuovi. Se un’altra persona differente da te, nella quale intravedi doti e qualità a te interessanti o compatibili, ritengo sia buona cosa impegnarsi per lei.

Eh intendo, perché di fronte alle donne non sai resistere? E una volta che hai risposto, chiediti ancora perché… e ancora… e ancora… per arrivare al motivo base. Questa cosa ti è disfunzionale, andrebbe eliminata.

Serve? Non è un parcogiochi, è lavorare. Ti serve a fare soldi. Può anche essere una merda, è irrilevante.

Stronzate dette per vendere e fare marketing. Ripeto, non è un parcogiochi, è spaccarsi la schiena a far soldi. Sono due cose diverse.

All’inizio tutti ci sentiamo imbecilli, incapaci, inetti, ecc… l’importante è riuscire a spingere e andare oltre quel muro iniziale. Sennò non riesci mai a partire. Non sei “diverso”, è così per tutti. Pure con la palestra, con tutte le cose che vuoi iniziare…

Mi sembra abbastanza banale invece che basta che ti cerchi un lavoro buono pagato bene e ti ci impegni. Non ci vuole tanto. Tutto il resto sono seghe mentali.

Se vuoi fare la sfida correttamente, PoGo andrebbe disinstallato e non dovresti più giocarci. E se pensi che questo ti farà perdere contatti, amici o whatever… amen. Addio ragazzi. E se la cosa è così traumatica, mi chiederei anche lì perché lo è.

Ti sei costruito una cerchia di amici che di fatto ti rafforzano sempre di più questa addiction. Prima li perdi meglio è. Come perdere gli amici che vanno a figa ecc.

Ti servono amici funzionali e in un’ultima istanza ti serve solo te stesso. Non gente che ti rema contro.

Infatti non sto più scrivendo articoli per un motivo. E infatti ti sconsiglio di leggere i post che ho fatto in passato. Ma ti consiglio di seguire la sfida così com’è scritta. E’ scritta così per un motivo.

Questo invece non è vietato.

Quindi dici che applicare tecniche in modo meccanico snaturando la tua personalità sia qualcosa che ti fa migliorare? La sfida ha lo scopo a far emergere il tuo vero te stesso, a farti prendere i pali in faccia e capire perché il tuo vero te stesso prende i pali in faccia. Non rafforzare una maschera che non sei tu, che non comprendi e che indossi per farti piacere dalle ragazze che non ti apprezzano per come sei davvero.

Riuscire a rimorchiare una, a portarla a un date, a farci sesso ok puoi farlo con una maschera. Ma farla innamorare, fidanzartici, sposarti, farci un figlio, avere una famiglia, essere felice… purtroppo, no.

E questa sfida è finalizzata a quello. Poi se non è il tuo obiettivo ok, ma hai sbagliato sfida allora.

Avevi bisogno di capire delle cose e quelle cose le hai capite. Non hai perso tempo, hai fatto esperienze. Quelle che avevi bisogno, con i tuoi tempi. Vivere in costante rifiuto del passato ti fa solo stare male.

Vorrei scostarmi un attimo del discorso precedente, che sto comunque curando e adeguando alle direttive.

Alla luce di un recente post fb del mio comune, nonché della situazione presente nell’intero paese, vorrei chiedervi: il lato seduttivo ne ha risentito?
Se l’innergame riguarda principalmente l’aspetto interiore di una persona, a risentirne maggiormente è stato l’aspetto kinetico, autentica colonna, che ora si trova destabilizzato; allo stesso modo anche solo l’idea di un semplice bacio ("Scusi, posso scostare la mascherina? Grazie - assurdo).

Non credo che sia tanto l’idea di esserne contagiato, quanto la paura di compiere un gesto sgradito e respinto dalla comunità, dai media e dallo stesso Governo Italiano (!).
Effettivamente potrei sbattermene e continuare come ho sempre fatto, col risultato di essere additato quale negazionista.

A tal proposito potrei creare i Mantra:

  1. Io SR sono orgoglioso di essere additato da tutti come Negazionista incontrando la disapprovazione della gente
    Io SR sono orgoglioso di seguire tutte le insulse indicazioni del governo in materia AntiCovid
  2. Io SR sono felice di essere considerato un untore dalle mie colleghe di lavoro
    Io SR sono felice di lavare o disinfettare sempre le mani seppur siano già pulite
  3. Io SR non vedo l’ora di essere vituperato per non aver disinfettato le mani/tenuto il naso fuori dalla mascherina
    Io SR sono entusiasta di portare sempre la mascherina in momenti in cui è praticamente inutile

È la prima volta che mi accingo ad adoperare i mantra.
Nel caso non dovesse sortire l’effetto sperato opterò per un paio di guantini da indossare prima di toccare un culo.

Già che ci sono provo a ricercare il motivo base del cedere alle tentazioni golose:
Se mi viene offerto un prodotto con lattosio da una ragazza lo rifiuto > se la ragazza insiste la guardo negli occhi, se mi piace/gentile accetto, conscio che mi farà male > rimpiango gli anni in cui potevo mangiare senza problemi > rimpiango l’età dell’oro.
Ragazza offre latte > dopo varie richiese cedo per non scontentarla > cedo ricercando approvazione > cedo per instaurare rapport > cedo per stare in compagnia, non restare solo > cedo per stare male e autopunirmi

  1. Io SR sto bene quando sto male
    Io SR sto male quando sto bene
  2. Io SR sono felice di mettere in bocca roba al latte come una volta anche se starò male
    Io SR sono felice di provare crampi allo stomaco pur di far felice una ragazza
  3. Io SR sono contento di essere torturato dalle ragazze
    Io SR anelo subire faceshitting da una chiappona
  4. Io SR sogno di ricevere faceshitting da una chiappone perché ha il culo grosso
    Io SR sono felice che la ragazza che mi piace abbia un bel culo pieno
  5. Io SR desidero far felice le ragazze senza riceverò nulla in cambio
    Io SE desidero far felice per vederle felici
  6. Io SR voglio che mi spuntino le corna perché non mangio schifezze assieme alle ragazze
    Io SR voglio che mi spuntino le corna perché rifiuto di mangiare schifezze e quindi mi isolino
  7. Io SR voglio restare isolato dagli affetti
    Io SR sono felice di essere isolato dagli affetti

Il contatto fisico è sopravvalutato. Finita la quarantena ne ho sdraiata una a settimana come prima. E ho fatto anche kclose appena vista la tipa pure con la mascherina (se l’è tolta per baciarmi sulle guance e io l’ho baciata in bocca diretto).

Questo invece può essere una paura reale

Come partenza sono buoni

I mantra non fanno miracoli. Dovresti capire gli scenari che ti fanno paura o repulsione e cercare di entrarci sempre di più con dei mantra mirati.

Quindi il fatto di accettare è come un modo per dire a te stesso che sei ancora normale e non sei rotto come invece sei dopo che è successo un crollo fisico

Hai paura di non essere accettato per il fatto di essere diverso o inferiore.

Quindi nel tuo caso i mantra successivi erano buoni ma probabilmente uno più efficace è:

Io, SR, sono felice di venire rifiutato per sempre dall’amore della mia vita perché sono diverso
Io, SR, sono felice di venire abbandonato dall’amore della mia vita perché sono rotto e sbagliato
Io, SR, sono felice di venire abbandonato dall’amore della mia vita perché sono palesemente inferiore a tutti gli altri
ecc.