[LR] #43 - Be quick or be dead

Sarà un report tristemente tecnico. Anche perché di storia c’è gran poco. Conosco questa ragazza da Tinder. Questo il chatgame:

Arrivo lì. Le scrivo di aprirmi. Ero arrivato in vespa per cui avevo le gambe ghiacciate. Mi fa aspettare un secolo, almeno 10 minuti, fuori al freddo. Infine mi apre e mi fa salire. Era davvero carina, top.

Mi offre del vino. Io inizio a bere e a parlare del più e del meno. Avevo voglia di farmela instant ma ho pensato che fosse il caso di parlarci un minimo. Anche perché avevo le gambe gelate e in quella casa faceva un freddo becco. Combinazione non ideale se vuoi avere un’erezione.

Ci parlo di cose totalmente casuali. Lei è una rincoglionita che si crede importante solo perché ha i fratelli che vanno ad Harvard e lei va in un’università simile. E si sente una fallita perché non l’hanno presa ad Harvard. I problemi della vita.

Dopo un po’ mi rendo conto che stava letteralmente facendo scorrere il tempo lei. Della serie che non gliene fregava un cazzo. Si riteneva così tante spanne superiore a me che non mi cagava neanche realmente. Era come se stesse aspettando che la chiavassi e buonanotte.

La cosa era davvero triste. Ora non pretendo chissà che gran discorso sulla vita, per carità. Ma almeno un minimo di educazione e di considerazione. Boh, vabbè.

Morale della favola, mi alzo. Lei mi guarda e mi fa “cosa fai?”. Io: “Ti bacio”. Mi avvicino e la bacio. Lei: “Ah, ok!”.

Perfetto. Si arrapa da paura. O meglio, era già arrapata da paura e si stava trattenendo evidentemente. Comunque, la porto in camera da letto. Inizia a farmi un pompino e… sento un blocco in petto della madonna.

E’ lo stesso blocco che ho provato con #15. Lo stesso blocco che ho provato quando #5 ha fatto sesso con un altro. Non capisco cosa sia, ma mi dà un botto di problemi. Pompino, vengo subito. A quel punto la faccio squirtare un po’ nell’attesa. Poi dopo un po’ mi ripiglio, ci faccio sesso, vengo e buonanotte.


Questo è il breakdown del momento in cui ho sentito quel blocco in pancia.

La sensazione che ho avuto è stata quella di essere inutile. Di essere stato chiamato lì per soddisfarla perché ero carino. La sensazione che provavo era ansia e disagio perché non volevo neanche scoparla. Non se lo meritava. Non aveva fatto nulla per meritarselo. Era noiosa, era un palo in culo, avrei dovuto nettarla. A me in passato quando ero così noioso e inutile. Quando non facevo nulla per fare ONS mi palavano. Quando ero così tanto un palo in culo. E invece lei scopa. Porcodio. Lei scopa perché è una troia e non è un uomo e questo non è giusto e la odio con tutto me stesso per questo. Una figa di merda può scopare a caso quando vuole e io no solo perché ha la figa e ha la certezza che se ti invita a casa lei scopa. E l’ho odiata tantissimo quella puttana perché davvero non ha fatto il minimo sforzo e PRETENDEVA pure questa troia di merda. Pretendeva questa puttana che mi mettessi lì al suo servizio. Che la sbattessi e la facessi godere. Ma chi sono io? Un servo della gleba? Ma vaffanculo troia. Non solo non ti meriti il mio cazzo non ti meriti quello di nessuno. Ti meriti solo un gigantesco vaffanculo perché sei una puttana e non ti meriti nulla. Dato che sei simpatica come un tronco nel culo.

Io, nome cognome, sono felice che la mia ragazza scopi altri anche se è noiosa
Io, nome cognome, sono felice che la mia ragazza scopi altri anche se ha un game di merda
Io, nome cognome, sono felice di bruciarmi le ragazze perché sono noioso
Io, nome cognome, sono felice che a una donna non serve nulla per fare ONS
Io, nome cognome, sono felice che la donna della mia vita pretenda sesso da me
Io, nome cognome, sono felice che mia madre pretenda troppo da me
Io, nome cognome, sono felice che mia mamma mi abbia trattato come servo
Io, nome cognome, sono felice che mia mamma mi abbia umiliato in ogni modo
Io, nome cognome, sono felice che mia mamma e mia nonna siano noiosissime
Io, nome cognome, sono felice di essere costretto ad amare mia madre perché è noiosa

Ero sul letto. Sopra le coperte. Faceva un freddo porco. Lei è bionda. Capelli mossi. Tettine carina. Bel culetto. E sento questa sensazione di disagio cosmico. Penso che devo scoparla per forza. Devo scoparla perché sono andato lì e mi sono sbattuto per lei. Perché ho preso freddo. Perché l’ho detto ai miei amici. Perché lei si aspetta che la trombo. Perché lei è lì che mi guarda con quegli occhi indagatori perché pretende che la apro il culo. Troia di merda. Che cazzo di minchia pretendi che sei solo una sfigata testa di cazzo. Cosa vuoi pretendere che sei solo un oggetto di merda. Ma vai a fare in culo te e le tue pretese.

Siamo nel tavolino. Io affianco a #5. Sto aspettando. Mentre inizia a parlare. Mi ricordo di quando l’ho chiamata al telefono. Di quando ho cominciato a farla sentire inferiore perché non era una sedicenne. Per ferirla, per farla stare male, per forzarle una reazione. E quello che ha fatto è stato fare sesso con un mezzo sfigato. A Barcellona.

Io ero a casa. Sapevo di aver fatto la cretinata. Sapevo di aver fatto una minchiata. E lei ha fatto immediatamente sesso con un altro coglione. A sfregio, così, come se non ci volesse niente. Che troie di merda ste ragazze che possono semplicemente schioccare le dita e fanno sesso pure con il cane. Porcodio che vita di merda.

Lei è lì che comincia a parlarmi della sua vacanza a Barcellona. E si vergogna. O lo sente che mi ucciderebbe sentire quello che ha fatto quella troia di merda. Lo sa che mi ucciderebbe sapere che mi ha tradito. Che ha tradito la mia fiducia. Lo sa che mi ucciderebbe sapere che non è una brava ragazza ma è solo una troiaccia di merda. MI ha mentito. E’ entrata sotto i radar. Si è finta una brava ragazza per mettermelo in culo quella troia di merda. Si è finta una brava ragazza perché voleva fare sesso con me. Perché voleva usarmi. La odio quella troia di merda.

Come io che a #43 non le ho detto che insegno seduzione. Perché volevo evitare che mi palasse. Perché volevo chiavarmela. L’ho ingannata perché avevo paura che mi odiasse per quello che sono. Avevo paura che non mi approvasse. Che mi rifiutasse. E rimanessi senza l’epicità leggendaria di quel gesto tecnico.

Che poi a me cosa frega dell’epicità? Forse è perché è l’unico modo per sentirmi importante. Diverso. Speciale. Perché riesco a fare qualcosa che gli altri non sono in grado di fare.

Io, nome cognome, sono felice di essere inferiore a prescindere
Io, nome cognome, sono felice di scopare per forza chi odio
Io, nome cognome, sono felice di scopare chi non si merita di scopare
Io, nome cognome, sono felice di dare validazione a chi non se la merita
Io, nome cognome, sono felice di dare validazione ai disperati
Io, nome cognome, sono felice di dare tutto me stesso a chi mi sta solo usando
Io, nome cognome, sono felice di dare tutto me stesso a chi non mi amerà mai
Io, nome cognome, sono felice di essere in balia della donna della mia vita
Io, nome cognome, sono felice che la donna della mia vita mi veda come un mezzo sfigato
Io, nome cognome, sono felice di far sesso con una donna semplicemente schioccando le dita
Io, nome cognome, sono felice di fare un sacco di fatica inutile per far sesso con una donna
Io, nome cognome, sono felice che mi odino per quello che sono
Io, nome cognome, sono felice che mi odino per il lavoro che faccio
Io, nome cognome, sono felice di vergognarmi di chi sono
Io, nome cognome, sono felice di vergognarmi del mio lavoro
Io, nome cognome, sono felice di odiarmi per quello che sono

———

Mi da fastidio da matti il suo atteggiamento del cazzo stile che vuole solo usarmi. Come che fossi solo un oggetto sessuale senza alcuna importanza. Figa muoviti e corri che devi scoparmi. D*ocan ma ti sembro così tanto inutile come persona? Sei davvero una testa di cazzo, vaffanculo. Si ok te lo butto in figa ma per fare il punto e me ne vado. E se ti incazzi pure che non ti ho scopata come porcod*o ti aspettavi ti mando pure a cagare perché sei una cogliona sfigata che pensa che tutto le sia dovuto. Ma quanto devi essere una deficiente per comportarti in sto modo? Devi avere rispetto della gente se pretendi che ti trattino bene, cogliona sfigata che non sei altro porcod*o. Ma d*ocan ma come pensi di rapportarti con la gente. Ma io davvero mi chiedo che problemi seri non hai.

Io, nome cognome, sono felice che si incazzino con me perché le ho scopate male

1 Mi Piace

Add-on:

Io, nome cognome, sono felice di fare sesso con donne che mi rifiutano come persona
Io, nome cognome, sono felice di fare sesso con donne che mi odiano come persona

Sto realizzando che ho sempre cercato l’approvazione come persona prima di farci sesso. Cosa totalmente idiota e stupida. Cioè se faccio sesso anche con quelle a cui faccio schifo come persona, faccio sesso con molta più gente. La parte complessa è amare anche a chi faccio repulsione come persona.

Io, nome cognome, sono felice di dare amore a chi mi odia come persona
Io, nome cognome, sono felice di dare amore a chi mi rifiuta come persona
Io, nome cognome, sono felice di dare amore a mia madre
Io, nome cognome, sono felice di dare piacere a chi mi manca totalmente di rispetto
Io, nome cognome, sono felice di dare amore a chi mi umilia
Io, nome cognome, sono felice che le troie mi abbiano mentito
Io, nome cognome, sono felice di dare amore a chi non gliene fregherà mai nulla di me
Io, nome cognome, sono felice di dare tutto a chi mi ritiene inferiore

Io, nome cognome, sono felice di dire alla donna della mia vita che mi fa schifo stare con lei

#5 una volta mi ha mandato via malamente perché voleva andarsene e c’ero rimasto malissimo.

Io, nome cognome, sono felice che una donna mi mandi via malamente dopo il sesso