Diario di ℬ - resoconti, racconti e ricordi

Eccomi qui, questo è il mio diario. O meglio è la raccolta di tutti gli eventi (non necessariamente spiacevoli) che hanno contribuito alla mia crescita personale. Alcuni sono dei ricordi bellissimi e voglio raccontarli. Non sono né in ordine cronologico né di importanza. Quello che mi viene in mente lo scrivo. Per chi avesse voglia di leggere qui può trovare alcuni pezzi della mia storia.

2 Mi Piace

Te la piji 'nder culo amica mia


Correva l’anno 2013 ed io ero una quindicenne in terza liceo.

Mi sembra di parlare della preistoria, più per il fatto che se avessi visto come sono adesso non ci avrei creduto nemmeno io.

Ero una ragazza normale, carina, timida anche all’epoca e non mi atteggiavo. Mi ero fidanzata con il mio migliore amico, nonché scopamico, nonché compagno di classe.

Si lo so, pessima scelta. Se avete capito il perché bene, sennò capirete più avanti.

Ma la verità è che è stato il primo ragazzo di cui mi sono innamorata, di quell’amore sincero che provi durante l’adolescenza: il primo amore. Puro perché non ha conosciuto delusioni e così spensierato come sa essere solo a quell’età.

Fine del momento deep.
giphy

A era un bel ragazzo, ci eravamo messi insieme proprio a scuola. Lui si era dichiarato a me dopo la pausa didattica di Natale. Era un momento che attendevo da troppo tempo. Dovevo parlargli, dovevo dirgli che mi ero innamorata di lui. Avevo atteso anche fin troppo. Era un mese che stavo con mille paranoie in testa. Per 2 settimane ci eravamo potuti sentire solo via whatsapp perché io ero in montagna e lui dall’altra parte del mondo a fare vacanze con la famiglia. Quindi immaginatevi lo stato di ansia unito al pentimento per non aver avuto il coraggio di dichiararmi prima.

Da questo episodio capii che conviene dichiararsi subito se siete innamorati o vivete con l’ansietta e l’acidità di stomaco per un periodo di tempo non ben definito.

Comunque mi precedette in tutto e prima che gli dicessi “ti amo” mi baciò. Non fu il nostro primo bacio, perché eravamo scopamici e avevamo già pure fatto sesso, ma il più bello.

*Che poi che razza di scopamico vuoi avere a 15 anni suonati?! In realtà era solo la curiosità dettata dal fatto che avevamo i neuroni appannati dagli ormoni adolescenziali.

teenager
Comunque A era il mio migliore amico e di lui mi fidavo, quindi una sera a casa mia dopo aver “studiato” provammo a farlo. Non fu molto tempo prima di fidanzarci, 1 mese e mezzo circa. E anche su quell’episodio avrei da raccontare perché merita, ma lo lascio ad un’altra volta.

A era tutto quello che cercavo in un ragazzo: premuroso, affettuoso, gentile, fisicamente attraente, con i miei stessi interessi e passioni. Era davvero perfetto ai miei occhi. Non c’era nulla che avrei cambiato di lui. Le cose tra di noi andavano benissimo. Conoscevo i suoi genitori, che mi avevano sempre trattata come una figlia e lui conosceva i miei. Mi avevano pure ospitato in montagna per festeggiare il suo 18esimo (A era 2 anni più grande di me perchè io avevo fatto la primina, quindi ero tra le più piccole della classe). Era molto preso da me e non c’era nulla nelle sue azioni che mi avrebbe fatto pensare anche solo per un momento che non mi amasse.

Tutto molto bello, ma torniamo sul pezzo. Come me la sono pijata 'nder culo e quando?

SPOILER ALERT
da57ebe75f8db0be35c067fe27eb7cfb
Stavamo assieme da 8 mesi.
Arriviamo subito al dunque: trovo dei messaggi sul suo telefono con una certa V, che avevano ben poche interpretazioni. Ovvero, non solo si era trombato un’altra, ma la trattava pure come se fosse la sua fidanzata.
MA FOSSE FINITA LI.
Era solo la prima che avevo scoperto di una serie :joy:. Quindi il problema non è come lo ho preso in quel posto e neanche quando, ma quante volte. Ora ci rido su, ma in quel momento mi crollò il mondo addosso.
Fu una pugnalata dritta al cuore. E fece male, molto male. La persona che amavo di più al mondo mi aveva tradita, aveva tradito la mia fiducia. La persona per cui avrei fatto qualsiasi cosa e che diceva di amarmi mi aveva mentito spudoratamente. Non lo odiavo. L’unica cosa che mi interessava capire era perché lo avesse fatto. Perché mentirmi così cinicamente e perfettamente? Per cosa? Avrebbe potuto benissimo dirmi “Bea non ti amo più / ho trovato una ragazza più bella di te / mi sono stancato / qualsiasi altra motivazione”.
Perché tenere in piedi tutta quella impalcatura, fragile, ma perfettamente costruita, tanto da non farmi mai dubitare di nulla? Perché? Non riuscivo a darmi pace e non riuscivo a trovare una risposta. Non riuscivo a farmene una ragione perché io non avrei mai tradito la persona che amavo, non lo ho mai fatto e mai lo farò. Non ne ho motivo. Tutto ciò andava oltre la mia comprensione. Amare qualcuno è donarsi totalmente a qualcuno, gli altri che importanza hanno? Per me non esisteva nessuno a parte lui. Non volevo nessun altro.

Lo so già cosa state pensando maschietti porcellini. “Eh ma se sei in preda ad una crisi ormonale da 18enne ovvio che infileresti il tuo pipino anche nel buco della serratura”.

Infatti ciò che mi fece soffrire non era l’atto in se, ma il fatto che mi avesse mentito, mi avesse intortato malamente come una povera cogliona. Che io non fossi la persona unica e speciale che mi diceva di essere. Perché se si fosse scopato una random ad una festa, probabilmente lo avrei accettato. Avere altre ragazze con cui faceva il gioco del fidanzato perfetto invece mi fece soffrire parecchio.
Poi cosa non banale, facevamo sesso 4 volte a settimana (quando andava male, ma proprio in periodi di carestia grave). Quindi manco fossi stata una figa di legno con cui era difficile anche solo parlare dell’argomento. Ed in più avevamo provato di tutto. Sotto quell’aspetto non mancava nulla. E neanche sotto il lato affettivo. Ero sempre disponibile e presente per lui, lo facevo sentire unico ed apprezzato.
Scoperto il teatrino lo lasciai netto, non volevo più vederlo. Mi faceva stare male.

Ehi ehi indovina? è un tuo compagno di classe e te lo tieni per altri 2 anni fino alla maturità.

tenor
Ed ecco come imparai l’arte del bloccare le persone nella vita reale come su Instagram.

A fece di tutto per farsi perdonare, ma io non volevo sentire storie. La fiducia ormai era persa e il dolore che mi aveva provocato era davvero irreparabile. Intanto tutti avevano saputo della storia e io mi sentivo una povera ingenua che era stata cornificata in ogni modo.

Era un dolore insopportabile, non ci dormivo la notte, non mi davo pace.
Perché mi fece cosi male?
Perché io sono figlia unica e sono sempre stata la bambina speciale di mio padre, le attenzioni le ho sempre avute per me. Non ho mai dovuto condividere ne dividere niente. Sono sempre stata l’unica per mio padre e mio padre non mi avrebbe mai mentito.
Mio padre era il mio mondo quando ero piccola, ha sempre fatto qualsiasi cosa per rendermi e vedermi felice.

Io, B, sono felice che l’amore della mia vita mi menta spudoratamente
Io, B, sono felice che l’amore della mia vita mi tradisca
Io, B, sono felice che l’amore della mia vita si scopi una ragazza diversa ogni giorno
Io, B, sono felice che l’amore della mia vita abbia altre 4 fidanzate oltre a me
Io, B, sono felice che l’amore della mia vita sia una persona di merda
Io, B, sono felice che mio padre mi dica bugie
Io, B, sono felice che mio padre tradisca la mia fiducia
Io, B, sono felice che mio padre non sia la persona che penso che sia
Io, B, sono felice di non essere speciale per mio padre
Io, B, sono felice di non essere l’unica figlia per mio padre
Io, B, sono felice di essere manipolata
Io, B, sono felice di essere trattata come un’ingenua
Io, B, sono felice di vivere in Matrix

In aggiunta a queste cose, la mia mente rifiutava categoricamente l’idea di mentire alla persona che amavo. Non lo vedevo come possibile. Il punto è proprio questo, IO non lo avrei mai fatto, gli altri si, e non si sarebbero fatti nessuno scrupolo.

Io, B, sono felice di dire bugie
Io, B, sono felice di mentire all’amore della mia vita
Io, B, sono felice di manipolare le persone che amo
Io, B, sono felice di non far sentire speciale l’amore della mia vita
Io, B, sono felice di tradire l’amore della mia vita
Io, B, sono felice di scopare un ragazzo diverso ogni giorno senza che l’amore della mia vita lo sappia
Io, B, sono felice di essere una zoccola

2 Mi Piace

Beh intanto ciao, benvenuta :slight_smile: ti conosco per caso? Hai un viso davvero stupendo. Dovresti lasciarmi il tuo numero :slight_smile: ahah.

Sempre la solita chiikaboom insomma :slight_smile:

ciao

Ti capisco, pensa che io mi sono fidanzato con una ragazza con cui faccio powerlifting… :heart:

In effetti sei un po’ vecchiotta per avere uno scopamico a 15 anni. In Romeo e Giulietta se non ti sposavi a 14 eri zitella.

Ora sono curioso però

Premessa: sono contrario al “fare la lezione” alla propria ragazza. Perché è più probabile che porti l’altra persona a chiudersi visto che pensa che non ci sia un confronto ma che vuoi fare il maestrino di stocazzo. E quanto segue è quello che direi anche a un ragazzo, pari pari. Ed è quello che faccio anche io normalmente. Però mi hai chiesto di darti una mia opinione come se fossi una ragazza che seguo, quindi la risposta sarà di quel genere :slight_smile: normalmente avrei commentato solo quanto sopra e poco altro.


In realtà vederla in questo modo ti è disfunzionale. A prescindere da cosa ha fatto, lui aveva bisogno di fare quell’azione per capire delle cose su se stesso e sul vostro rapporto. Se vedi la cosa come intrinsecamente negativa o come un danno che ti ha fatto, lo stai giudicando. Il che ti porta a degli sfasamenti sul lungo termine. Perché stai giudicando uno scenario (es: mi cornifica ecc.) come negativo o peggiore rispetto a un altro (es: vissero per sempre felici e contenti).

L’obiettivo è arrivare al punto che qualsiasi cosa succeda sei felice e riesci a viverla pienamente. Solo così puoi vivere il presente e non cercare di dissociarti.

Qui in realtà hai fatto un errore tu. E’ normale voler sapere. Ed è normale quando tutto è super bello fantastico e speciale cercare conferme. Per capire se è davvero così bello e speciale come sembra… o è tutta una farsa.

I problemi però sono due:

  1. fai così perché ovviamente stai cercando certezze e vuoi essere rassicurata dell’amore sconfinato e pazzesco che lui prova per te. Aspettandoti di trovare messaggi agli amici stile “omioddio ma la amo così tanto è l’amore della mia vita, la voglio sposare ecc.”. Messaggi che un uomo ad altri uomini tendenzialmente non scriverà quasi mai. Perché viene visto come da mezza checca perché “l’uomo vero” se le scopa tutte. Quindi anche lo pensasse, finirebbe comunque per commentare i culi di tizia o caia con i suoi amici maschi per far vedere che non è diventato un eunuco assessuato da quando è fidanzato.
  2. quindi nel caso migliore troveresti un elenco delle amiche che il tuo ragazzo si farebbe, nel caso intermedio scopri che ha un diario su questo sito :slight_smile: e nel caso peggiore che ti pianta le corna a destra e a manca. Direi pessima mossa su tutta la linea.

Ora uno direbbe: ok ok, però lui effettivamente ti stava piantando le corna, quindi hai fatto bene! E’ giusto scoprire che A ti mettesse le corna per metterlo con le spalle al muro!

E anche qui… grave errore.

Il mantra, “Io, B, sono felice che la relazione con l’amore della mia vita sia tutta una farsa” ha un senso logico profondo e perentorio.

Ovvero, nel momento in cui lo sgami… hai un problema. Un gran bel problema. Che ora è un problema tuo, mentre prima era un problema esclusivamente suo. Perché tu stavi comportandoti (almeno, dal racconto) come la brava ragazza perfetta mentre era lui che era in errore. E faceva così per via di sue insicurezze che con un po’ di culo magari si sarebbe risolto da solo strada facendo.

Ho avuto ragazzi che all’inizio tradivano le loro fidanzate ma poi strada facendo hanno capito che era una stronzata e che le amavano davvero e hanno smesso. Senza che alla ragazza sia cambiato di una virgola. Anzi, erano solo più contente che dessero ancora di più se stessi nella relazione.

Qui invece lo hai sgamato in pieno. Quindi le opzioni diventano due:

  1. lo molli. Quindi perdi 8 mesi di investimento emotivo e non solo, oltre a perdere un ragazzo che per quelli che erano i tuoi gusti era perfetto. Quindi finisci per soffrire da morire, facendo soffrire anche parecchio lui, probabilmente segnandolo con un evento che non riuscirà a metabolizzare (perché non ne ha gli strumenti). Ma vabbè è normale, nel senso. Non è che fosse colpa tua, neanche tu avevi molti strumenti.
  2. ci sei per lui e lo aiuti a risolvere questo problema. Che ribadisco che è un problema di lui, non tuo. Quindi fai pure una fatica boia quando potevi semplicemente aspettare e non fare nulla ( :joy: ). Aperto il vaso di pandora non puoi più fare finta di niente. Altrimenti lui continuerà a farlo e penserà che sei una sottona.

Ovvio che il punto 2 non è così facile, perché poi tenderà a rifarlo ecc.

Il punto è che lui non riusciva a gestire quei livelli di innamoramento correttamente e quindi si è scopato altre per essere più sicuro di se. Per allontanarti psicologicamente, per ridimensionarti. Perché l’idea di essere così innamorato perso di una bambina così speciale lo spaventava. Non è che voleva farti del male, semplicemente non gli avevano insegnato come amarti in modo corretto.

Infine, sgamandolo in quel modo, tu stai violando la sua fiducia. Perché hai preso il suo telefono per guardargli i messaggi quindi intrinsecamente hai fatto un errore tu a livello relazionale. Quindi avrebbe potuto rinfacciarti che anche tu sei stata insicura e che anche lui non poteva fidarsi di te. Quindi sarebbe stato ancora più complesso aiutarlo perché tu partiva da un torto che gli hai fatto. E non sarebbe stato al 100% disposto a cambiare per te.

Sotto un’altra prospettiva, lo amavi così tanto che per riuscire a reggere ha dovuto scoparsi così tante ragazze. Un po’ come dire che per riuscire a stare al tuo passo si doveva ubriacare o doveva farsi le canne. Perché il tuo amore era troppo puro da reggere e non riusciva.

Motivo per cui anche io in passato scopavo altre ragazze solo per ridimensionare la ragazza che frequentavo. Mi ricordo un momento molto “divertente” in cui andai fino a Venezia per scopare questa ragazza. Per poi vedere il giorno dopo penso la ragazza che ho amato di più prima di te e ritrovarmi che non riuscivo neanche a farci sesso. Perché mi ero preso davvero tanto della “nuova”. E’ stato parecchio deprimente, sia per lei che per me.

Quindi puoi vederla come che l’hai preso in culo o che semplicemente eri troppo buona e lui aveva bisogno del tuo aiuto.

Eh questo non è divertente.

Motivo per cui non ha senso dare fiducia in una relazione. In qualsiasi tipo di rapporto è importante impostarlo in modo che sia chiaro che l’altra persona ha totale vantaggio a giocare per te. E sai già dall’inizio che quella persona farà una o più cose che sono totalmente a svantaggio tuo e suo.

Il senso di un rapporto a lungo termine è appunto questo: ovvero educarlo a capire che anche se lui/lei farà azioni di quel genere, tu ci sei. E che se capisce il suo errore e torna in asse, tu ci sei e rimani. Solo così puoi costruire rapporti di lungo termine stabili.

Se invece conti sul fatto che la gente non tradirà mai la tua fiducia… eh stai fresca. Uno dei motivi per cui ne cambiavo una a settimana. Se vuoi trovare qualcosa lo trovi sempre.

Perché ti amava ma non riusciva a reggere il tuo livello d’amore. E quindi si dissociava.

Esatto, era una gran fatica per lui. Che faceva solo per far fronte a una sua qualche insicurezza.

Esatto, perché tu quell’insicurezza non ce l’hai evidentemente (speriamo :slight_smile: :innocent: ahah)

Si ma se a livello di insicurezze sei a posto ti avrebbe solo scopata 2x al giorno al massimo, non avrebbe cercato altre pure di livello inferiore. Scopa comunque meno.

Paradossalmente lo eri così tanto da tenere in piedi tutto quel castello per riuscire a sentirsi abbastanza sicuro di se da amarti.

Ma infatti il punto non era il sesso. Il punto è che aveva paura di perderti. Motivo per cui cercava dei tuoi facs simile per non restare solo l’avessi lasciato. Aveva troppa paura di perdere il vostro amore. Probabilmente perché giudicava come negative la solitudine o l’abbandono.

Esatto. Quando la ragazza ti fa schifo e quasi la odi non è così difficile da gestire. E quasi speri di perderla. E’ quando è perfetta, carina, dolce e gentile che la cosa si fa difficile.

Peccato. Per quanto io sia contento che stai con me, ma peccato lo stesso :slight_smile:

Beh alla fin fine ci sono due tipi di persone. Quelli che sono stati cornificati… e quelli che non lo sanno.

Ritorniamo alla questione che è sempre meglio non fare domande e non sapere… :joy:

In realtà questa cosa è molto positiva. Nel senso che ti ha lasciato in testa un modello di uomo positivo da ricercare e ti ha fatto capire che non era accettabile un comportamento di questo genere da parte del tuo ragazzo.

E’ stato un peccato non aver avuto gli strumenti per risolvere il problema, ma l’unica cosa sensata all’epoca senza strumenti era appunto lasciarlo. Ed è stato possibile proprio perché tuo papà ti aveva dimostrato che ti “meritavi” di essere trattata come “speciale”, “unica”, “degna di amore e felicità”.

Il motivo per cui mi sono fatto umiliare così tanto da così tante ragazze è perché io non sono mai stato convinto di questa cosa per via del rapporto che avevo con mia madre.

E sotto certi punti di vista per te questo è un limite. Perché tu hai dei limiti mentali che gli altri non hanno.

Poi va detto che a livello operativo mentire o fare cose alle spalle non è mai conveniente. Quindi un conto è non poterlo fare (che non conviene), un conto è scegliere di non farlo mai.

2 Mi Piace

Rebuilding

Ciò che successe dopo questo evento fu un lungo periodo in cui dovetti imparare di nuovo a dare fiducia alle persone. Vivevo nella costante paura di venire tradita, che gli altri mi potessero mentire, pure per i motivi più banali. Non avevo all’epoca gli strumenti per affrontare tutta quella situazione e risolverla in breve tempo. Quindi mi sono dovuta arrangiare per diventare un adulto semi-funzionale, passando attraverso momenti di estremo disagio.
Peccato averlo realizzato solo dopo aver frequentato L e averlo perso per la mancanza di fiducia che gli ho riservato. Non se lo è meritato. E mi dispiace averlo trattato così. Pazienza.

Anche se c’è da dire che io e L eravamo su piani diversi, per svariati motivi (un giorno racconterò in dettaglio la sua storia). Ci siamo impegnati entrambi per farla finire.

Forse è stato proprio in quel frangente che mi accorsi dell’errore madornale che stavo commettendo. Di quanto fosse inutile fare di tutta l’erba un fascio e di quanto io potessi benissimo sbattermene se fossero successe certe cose. Inoltre capii che facendo così non riuscivo a lasciarmi andare completamente, ad innamorarmi come con A. Era come avere il freno a mano costantemente tirato. Era come avere una tavola da 156 litri quando fuori ci sono 30 nodi di vento e potresti prenderne una da 110 per andare il triplo più veloce.

Cioè ma posso auto-sabotarmi cosi di**boia?

Mi stavo incasinando da sola. Volevo trovare qualcuno da amare esattamente come la prima volta e tutta quella merda andava tolta. Mi ricordo che pensai a cosa sarebbe successo se un mio potenziale fidanzato mi avesse tradito. Mi visualizzai proprio la scena. Ed iniziai ad accettarla per quello che era. Un errore. E gli errori si perdonano, se vuoi bene a qualcuno no?

*piccola postilla sul fatto che L era un altro mio compagno di classe del liceo😂. C’è almeno un maschio della tua classe che non ti sei fatta B? Si dai. Però anche J si era innamorato di me ma partì la friendzone potente perché mi ero appena fidanzata con A. Piacevo pure a R ora che ci penso. Che strage…

200w
Ad oggi non mi pento ne rimugino sul fatto di aver dato fiducia e di aver voluto bene a persone che con me si sono comportate male. Non avrebbe nessun senso. Era inevitabile tuttavia che le cose andassero come ho raccontato, ne avevo bisogno. O non sarei qui.

Per esempio se F dovesse tradirmi lo amerei lo stesso. Il mio cervello rifiuta questa possibilità per come sono e come vanno le cose tra noi. Ma se dovesse dirmi “guarda B sono stato con questa e l’altra” lo guarderei negli occhi con lo stesso amore che provo da più di 3 mesi, lo abbraccerei come ho sempre fatto e ci sarei per lui come ogni giorno da quando ci siamo messi insieme. Mi dispiacerebbe più per non avere avuto la maturità di parlarmi o il coraggio di aprirsi con me se ci fossero stati problemi. Non nego che qualche paranoia probabilmente mi partirebbe. Mi chiederei cosa non sia stata in grado di dargli per fargli avere un comportamento del genere. Spero che ciò non accada mai ma anche se fosse io so di amarlo con tutta me stessa e di dimostrare ogni giorno quanto ci tengo a lui. Lo amo senza limiti, di questo sono sicura.
Amare chi ti fa del male, sempre, allo stesso modo ed aiutarlo.

200w-2
Anyway mi merito un po’ di mantra al riguardo

Io, B, sono felice che F tradisca la mia fiducia
Io, B, sono felice che F si scopi delle mega fighe tettone
Io, B, sono felice che F non mi ami
Io, B, sono felice che F mi faccia del male volontariamente

1 Mi Piace

Che zoccola

Modestia on :joy: :heart:

Ah davvero? Allora dopo ti devo parlare…
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
:joy: scherzo :heart:

Pensa che paradossalmente è più probabile che ti tradiscano quando fai cose giuste che non quando ne fai di sbagliate. Se cominci a ragionare della serie “ho fatto questo, quindi è ovvio che mi ha tradita, è colpa mia” ce l’hai in culo. Perché a quel punto finisce che ti tradisce quasi della serie “vedi, non sei abbastanza, è colpa tua”. E rimani anche in scacco che non riesci a mollarlo che sei convinta che sia davvero colpa tua se ti riempie la testa di corna.

Motivo per cui da ebete sono rimasto con #5 per 9 mesi anche se mi ha cornificato con il mondo… perché appunto pensavo fosse colpa mia. Quando lei in realtà mi cornificava proprio quando “prendevo forza”, quando le cose mi andavano meglio, quando mi comportavo in modo più brillante e riuscivo ad amarla in modo più tranquillo… proprio perché vedermi così sicuro la rendeva appunto insicura. E cercava conferme in giro.

Poi per carità, altre volte mi ha tradito perché l’ho offesa o perché mi sono comportato da sfigato, ma comunque non è una giustificazione valida.

Quindi pensare che il tuo ragazzo ti tradisce perché tu manchi di qualcosa non ha senso. Ti tradisce perché hai dei problemi che vanno risolti che magari con dei problemi tuoi glieli fai scattare. Ma comunque sono problemi suoi di base e quello è il suo meccanismo per dissociarsi e tornare centrato.

Detto questo ti amo tanto anche io :slight_smile: :heart:

Io consiglierei anche:

Io, B, sono felice di fare tante orge con F e altre mega fighe tettone
Io, B, sono felice di fare una festa di compleanno a F con tutte le mie amiche tettone nude

:joy: ti amo.

2 Mi Piace

Aggiungo anche:

Io, B, sono felice di vedere F venire subito quando gli mostro le mie amiche tettone e dover finire la serata a giocare a briscola tutti assieme

1 Mi Piace

Sei un troia

Mia madre me la ha sempre menata con la storia del “la tua prima volta deve essere speciale e devi essere matura per farlo”. Insomma per mia madre dovevo aspettare.

Aspettare cosa??? A 15 anni cosa vuoi aspettare? Che trasudi ormoni da ogni centimetro di pelle e sei curioso di provare ogni porcata che vedi su pornhub? Devo maturare? Cosa sono? Un kiwi acerbo?
Fine momento sfogo.

E anche adesso, secondo lei, se conosco qualcuno che mi interessa dovrei aspettare a darglielAHAHAHAHA. Sa perfettamente che non lo faccio perché puntualmente da quando non sono più vergine le ho sempre detto con chi esco e se scopo qualcuno prima di fidanzarmici oppure le mie avventure da ONS (oddio sto iniziando a parlare come F😂). Gliele ho sempre raccontate perché non avevo nessuna voglia di mentire al riguardo ne tanto meno mi conveniva se dovevo uscire la sera. Almeno sapeva dov’ero e con chi (ed in più cosa stavo facendo), non volevo farla stare in pensiero raccontando stronzate e avrei avuto il doppio dei problemi se poi mi avesse scoperto a mentire.
Ogni volta che mia madre parla di sesso sembra che stia parlando di argomenti tabù, roba che non bisogna fare se non quando si è fidanzati da tot e palle varie. Il fatto è che mia madre è repressa, lo ho sempre saputo. Vuole che gli altri la accettino per forza oltre l’aspetto fisico. Vuole assolutamente essere sicura che qualcuno stia con lei non per il sesso.
Tutto parte dal primo impatto, dall’immagine che ti trasmette una persona, che poi può essere carismatica o meno, piacerti o meno a livello mentale. Come puoi pretendere di pensare ad una relazione se prima non scopi con quella persona? Se prima non c’è feeling in intimità? Cosa che ho sempre sostenuto visto che io e A scopavamo ancora prima di metterci insieme.
Mio padre al contrario mi diceva semplicemente di stare attenta e di non rimanere incinta, cose normali. Vabbè che per un padre parlare ad una figlia di sesso è un po’ imbarazzante. Però anche quando seppe che non ero più vergine (vide i preservativi che avevo lasciato sul comodino di fianco al mio letto, I’M A FUCK*NG GENIUS) non mi fece storie, ed anzi ogni tanto mi faceva e mi fa ancora battute. Pure mia nonna, che è di una generazione prima, dice che l’unico buco che arriva vergine al matrimonio sono le orecchie😂. Parole testuali sue. Mi disse solo che secondo lui ero un po’ troppo giovane, niente di eccezionale.

Non ho mai visto il sesso come qualcosa da nascondere. Anche al costo di essere additata come zoccola dalle mie compagne di classe (cosa di cui non me ne poteva fregare di meno) perché raccontavo ogni porcata che facevo. Motivo per cui stavo sempre con i maschi ed ho sempre avuto più amici maschi. Almeno loro non fanno le finte santarelline quando poi in doccia si aprono la figa di nascosto con le bottiglie di shampoo.

Avete una caverna del piacere. USATELA e vedrete che il mondo sarà un posto migliore.
200w
Tra l’altro mi sa che mia madre mi fece discorsi sull’aspettare a fare sesso proprio dopo che avevo perso la verginità, ma non glielo avevo ancora detto. Comunque non me ne è mai fregato nulla perché la ho sempre vista come una disagiata con le sue paranoie irrisolte. Le voglio bene lo stesso nonostante ciò. Le ho voluto bene anche quando mi diede della troia perché avevo scopato a 15 anni. Si, mi disse " ti sei comportata da troia". Parole sue. Sapevo che era lei ad avere dei problemi e la cosa non mi toccò minimamente.

Poi cosa vuoi? è il mio corpo e la mia patata. Potrò farci quello che voglio?
giphy

La verità è che io a 15 anni ero perfettamente consapevole di quello che stavo facendo e con chi, anche perché avrei potuto benissimo dire di no e non sarebbe morto nessuno. A avrebbe capito un mio rifiuto se non me la fossi sentita. Inoltre quel momento è legato ad un bellissimo ricordo.

Sta di fatto che… carpe diem :joy: o meglio carpe cazz…

2 Mi Piace

Va detta una cosa. Molte ragazze sono fighe di legno perché hanno poco valore. Economico e/o estetico. Se una ragazza vale poco, viene scopata e poi viene sempre abbandonata… e ovvio che finirà per non voler fare la “troia in giro”.

Tu hai fatto sesso con A, poi vi siete innamorati e sembrava quasi un film stile high school musical. Per molte ragazze purtroppo non è così. Poi ovvio, anche tu hai sofferto molto e la storia con A è finita tutto fuorché bene. Ma ti sei sempre sentita desiderata, una bella ragazza, sei consapevole delle tue possibilità e capacità.

E’ infatti molto più facile fare sesso con ragazze molto belle che sono nella fase zoccola che con ragazze esteticamente medio-basse che generalmente ti romperanno sempre un sacco le palle, cercando mille sicurezze e certezze. Perché sanno che o ti piacciono davvero tanto come persone o sanno che non hanno chance di rivederti.

Alla fin fine è vero che abbiamo fatto sesso subito io e te, ma è anche vero che l’atteggiamento che avevo penso fosse anche abbastanza chiaro che il mio interesse nei miei confronti fosse molto alto e non fosse finalizzato alla mera scopata.

Dovessi partire a lavorare con una ragazza di basso valore sicuramente non le “sbloccherei” per primo “l’essere troia”, ma cercherei di capire come aumentare il più possibile il suo valore prima. Poi, se una ragazza è carina e di qualità come te, farsi seghe mentali inutili non ha senso per carità :slight_smile:

2 Mi Piace

Quarantena parte 2

Bene, molto bene. Siamo punto e a capo. Chiusi in casa. Che palo in c*lo abitare a Milano in questo periodo. Anche se devo dire la prima quarantena la ho vissuta benissimo a parte l’aver fatto docce fredde per 2 mesi perché si era rotta la caldaia, ma devo dire che anche questo ha avuto i suoi lati positivi. Le docce fredde mi stimolavano un sacco la circolazione e mi sentivo molto meglio dopo. Da mio padre ho il giardino, quindi ero h24 al sole a seguire lezioni e studiare… ora con il freddo non potrei starci lo stesso quindi sto qui da mia madre. La scorsa volta mi sono adattata alla situazione nonostante prima conducessi una vita frenetica. Risultato: ho fatto un sacco di cose che mi sono servite. Dunque scrivo qui una bella lista per questo giro.

  • Dare 3 esami universitari: dato che come a febbraio sono segregata in casa senza la “scusa” del lavoro mi metto a studiare dalla mattina alla sera. Voglio finire questo terzo anno e laurearmi. Nel periodo marzo/aprile sono riuscita a dare 5 esami con degli ottimi voti, quindi non sarò da meno a questo giro.

  • Ogni giorno:
    -30’ di stretching, se riesco ad arrivare alla spaccata meglio, anche se è un po’ ambizioso visti i miei adduttori.
    -10k passi, girando in tondo al parco dietro casa, una noia mortale ma Soliman vuole il NEAT e ha pure ragione quindi sto zitta e cammino.
    -circuito HIIT da 30’, me li darà sicuramente Jacopo in scheda come la scorsa volta.
    -30’ di esercizi tipo calisthenics, ho ordinato le parallele e gli anelli da appendere al soffitto su Amazon spendendo pochissimo. Lavorare su muscoli stabilizzatori, sulla tenuta addominale e sulla forza in generale non mi sembra una cattiva idea. Secondo me avrò un buon riscontro sulle alzate di PL quando riprenderò.

  • 2 docce fredde a settimana: alla fine di solito non le faccio per pigrizia. Sono un bella prova di resistenza fisica e mentale. Con i capelli lunghi da lavare poi sono ancora più divertenti.

  • Andare a letto entro le 22,30 massimo 23: voglio ristabilire il ritmo del sonno che avevo prima. In estate finisce sempre che vado a letto tardi e mi sono trascinata questa brutta abitudine fino ad ora. Dormire 8 ore dall’1 alle 9 è diverso che dormire 8 ore dalle 23 alle 8. Molto meglio la seconda opzione, sonno di qualità nettamente maggiore e più ormoni.

  • Ridurre Instagram a 15’ al giorno, massimo 20: ho gia impostato i limiti sul telefono. Anche ora non ne abuso ma vorrei ridurre ulteriormente il tempo sui social, visto che è l’unico che utilizzo.

  • Scendere di altri 2kg: mi attengo semplicemente alla dieta di Soliman come faccio già da 3 settimane.

  • Imparare a fare la verticale a pressa: a febbraio avevo lavorato sulla head-stand e hand-stand. A questo giro voglio partire con i piedi per terra senza darmi la spinta per salire.

  • Imparare 2 posizioni di calisthenics: voglio portare a termine almeno 2 posizioni.

  • Non truccarmi: non voglio toccare trucco per 2 mesi come avevo già fatto a marzo. La pelle ha ringraziato assai. Finché sto qui non mi serve, nemmeno se vado a fare la spesa che tanto ci saranno solo i vecchietti. Poi sono figa pure senza.

  • Ingraziarmi mia madre comportandomi da figlia modello per guadagnare +100 punti bonus: non ne ho la minima voglia ma mi è utile.

Se mi viene in mente altro lo scriverò. Farò resoconto a fine emergenza.

La cosa negativa è che F mi mancherà da morire, mi manca già adesso. Mi mancheranno i suoi abbracci e il modo in cui mi guarda. Mi mancherà andare a letto insieme e fargli le coccole mentre si addormenta. Farò di tutto per fargli sentire la mia presenza nonostante la lontananza.

Ma dio caro si può avere una relazione a distanza abitando nella stessa città? :joy:

Con me “ma sono un cesso, ma che schifo che faccio, madonna sono rivoltante”

Con gli altri “spostatevi che non vi meritate neanche di guardarmi da quanto sono figa” :joy:

Mi mancherai tanto anche tu birbante :heart: vedrai che ce la faremo :slight_smile: per il resto mi sembra un buon piano d’azione, brava la mia bimba :slight_smile:

1 Mi Piace

Perché non mi sento abbastanza?

Sono una donna e a volte succede che mi guardo allo specchio e mi spavento, magari ho dormito male o ho il preciclo e vabbè é fisiologico.
200w
Non dico di avere il fisico di Naomi ma non sono nemmeno un boiler. Ho un fisico migliore dell’80% della gente che circola e ne sono consapevole. Ho tanti punti di forza, tra cui delle sopracciglia perfette. Talmente perfette che le ragazze mi chiedono se sono disegnate con il microblading… e invece no sono mie naturali😛. Ho un punto vita che mi mette in risalto fianchi e spalle. Ho i denti perfettamente allineati e pure bianchi. Ho un culo veramente top e pure questo me lo hanno confermato parecchie ragazze (i loro complimenti valgono doppio, il parere di un maschio in questo caso è scontato). Il fatto di non avere seno non mi é mai pesato più di tanto. Ho sempre visto i lati positivi di tutto ciò: gli uomini ti guardano negli occhi quando parli, posso dormire a pancia in giù, faccio sport senza problemi, non sembro volgare e posso vedere se ho le scarpe slacciate. La verità é che il mio fisico mi piace, ci trovo dei difetti, come tutti, ma io mi guardo allo specchio e mi sento una figa devastante. O non mi metterei sempre Leggings e outfit che fanno intendere quanto sia self-confident. Ho lavorato sodo per ottenere una forma cosi e sticazzi.
giphy
Mi rendo conto che ci sono molte ragazze più fighe di me, tipo le fitness model su ig e i troioni che compaiono nella home. Mi rendo anche conto che la maggior parte delle foto sono in posa e poi post prodotte. Poi facessi io la loro vita probabilmente sarei 10 volte più figa😂 ovvio non mi posso permettere di stare tutto il giorno no stress e fare la mantenuta, andando soltanto dal medico-estetico per fare sedute di biorivitalizzazione da 400 roits ed allenare con calma per mantenere la linea. Diciamo che sono su un altro pianeta. La mia genetica è quella che è e i soldi (per il momento) pure.

Tuttavia non mi sento abbastanza figa, davanti a F. O meglio davanti alle persone la cui opinione mi interessa particolarmente, ovvero tutte quelle con cui ho un rapporto molto intimo. Soprattutto F perché è la persona a cui tengo di più. Se venisse un tizio a caso a darmi del roito a pedali e dirmi che Kendall Jenner é 400% più figa mi metterei solo a ridere, perché la sua opinione può prenderla e buttarla nell’umido.

Da cosa é dovuta la mia insicurezza nei suoi confronti? In realtà lo so. Dal fatto che appena ci siamo messi insieme continuava a parlarmi delle “fighe devastanti” che si era trombato. Che va bene ok, ma se me ne parli ogni 2 secondi chi te l’ha chiesto obiettivamente? :joy: Li per li non dicevo nulla mi scattava solo la modalità * pazienza * come quando i bambini a lezione mi parlano delle cose più astruse e devo fare pure l’interessata all’argomento.

“Ah ma quindi hai le coperte con sopra Snoopy? Che belle, molto interessante, parlami ancora delle tue lenzuola per favore. Io vorrei quelle con Elsa di Frozen”

La ciliegina sulla torta fu LB che appena gli dissi che mi ero fidanzata con F sbottò con “ma lui stava con una figa allucinante, aspetta che te la faccio vedere” :joy::joy::joy::joy::joy: GRAZIE LB
200w-2
Passando oltre… Momento sfogo: * si schiarisce la voce *
Ovvio che se uno continua a parlarmi no ma c’era una figa qui… Poi quella è questa… Eh vabbè allora mettiti con loro se io non sono abbastanza figa cosa vuoi che ti dica😂 e se mi spammi tettone sul gruppo ogni 2 secondi allora cosa vuoi dalla mia prima scarsa😂 (anche io metto like se vedo un bel culo e delle belle tette intendiamoci). Che poi delle mie tette piccole tutti si sono pure complimentati perché sembro una sorca allucinante quindi non vedo dove stia il problema. Poi mi tocchi la pancetta e me la fai notare come se ti facesse schifo allora dimmelo che ho una powerbelly alla Scheraggi😂. A parte gli scherzi gli abs si vedono, però un pochino pochino di pancetta c’è, perché ovviamente non ho la BF di un uomo.
Fine momento sfogo.

Ma a me di tutto questo cosa stracazzo dovrebbe fregare? Nel momento in cui mi fa sentire speciale e amata in tutto cosa me ne dovrebbe importare?

Sunto del discorso: qualche disagio penso che la sottoscritta lo abbia ancora. Il fatto è che con altri miei ex non mi sentivo sminuita o paragonata a qualcuna nettamente sopra al mio livello, anzi ero molto più consapevole della mia immagine. F certi discorsi non me li fa più perché gliene avevo parlato e aveva risolto, tuttavia un po’ di paranoia mi è rimasta. That’s my fault. E sarebbe ora di toglierla.

Non ho capito questo discorso :joy:

Per il resto il punto è che più vai su con il valore delle persone che frequenti, più inevitabilmente da essere la più figa di tutte quelle che abbiano mai anche solo visto per strada, diventi sempre di più “una delle tante”. O, pensa, addirittura la più brutta che un ragazzo abbia frequentato (non è il mio caso, ma a parti inverse mi è successo).

Quando in passato mi sono scopato ragazze che esteticamente mi davano ampiamente le piste, non si facevano problemi a dirmi che ero un cesso umano. Magari pure uno dei peggiori che si fossero scopate. Una addirittura mi aveva riso in faccia una volta che mi ero spogliato.

Ora, al netto di atteggiamenti abbastanza ridicoli come quelli appena descritti, ti sto dicendo questo perché non sarai mai la migliore in assoluto. A meno che lui non sia vergine o che si sia scopato solo mezzi cessi fino a poco tempo prima (quindi è sostanzialmente uno sfigato).

Anche io se parli di un tuo ex che magari ha il cazzo grosso o di un altro che ti ha scopata in un’ora mi sento inferiore. Il punto è che tu vivi male il sentirti inferiore, mentre io ci rido sopra e basta.

Con una ragazza che ci ho messo due mesi per scoparla… potrei viverla male perché ho saputo poi di un altro che ci ha messo due appuntamenti. Oppure pensare che quello era murato di soldi, il suo ideale sia estetico che a livello lavorativo… e io nonostante fossi un’ameba ero riuscito a farla innamorare lo stesso di me.

Un po’ come dire, è ovvio che se gioco con Cristiano Ronaldo mi fa il culo… ma Cristo, ho giocato con Cristiano Ronaldo!

Questo per dire che… sono un figo della madonna e dovresti essere solo che contenta di frequentarmi… AHAH scherzo.

Dicevo, è ovvio che se sei innamorata persa di me, ti piaccio tanto, sono figo ecc… ho scopato anche altre ragazze fighe. Ragazze che magari sono più povere di te. Oppure senza culo, oppure con le gambe flaccide, oppure con delle sopracciglie oscene ecc… ma che magari hanno un gran bel paio di tette oppure gli addominali oppure gli occhi azzurri ecc…

Per me il problema è che hai accettato lo scenario di poter essere una gran figa… ma non quello di essere un gran cesso. Quando accetti l’idea che ti piace essere un cesso oppure inferiore oppure grassa… poi la vivi bene :slight_smile: :heart:

1 Mi Piace

Lockdown giorno 2

La verità è che sto male. Non so nemmeno il motivo. Mi viene da piangere appena smetto di studiare (sarà il ciclo che è arrivato stamattina?). Ho passato tutto il giorno sui libri per l’esame di settimana prossima. Almeno mi concentro sull’università. Mi pare di starmi incasinando la testa. Vorrei un abbraccio da mio padre. Mi manca e domani finalmente torno a casa sua. L’unica persona che so ci sarà sempre per me e ci è sempre stata.
Vado a fare 2 passi o finisce che sfaso male.
Siamo solo al giorno 2.
Non bene.
Oggi niente gif.
Stasera a letto presto e resetto il cervello.

Mi sono rotta il cazzo porco***. Mi sono rotta il cazzo di accontentare tutti. Cerco sempre di fare felice gli altri, mi piace, rende felice anche me. Ma ***maiale appena faccio notare una cosa che non va a me allora è colpa mia? Sono io che non ho capito? Eh no. Io che mi metto sempre in discussione. Mi sono rotta.

Nel fare 2 passi sono andata fino a casa di mio padre. Ho preso la mia macchina (si mamma quella che mi ha regalato mio padre e per cui voglio più bene a lui che a te), sono tornata da mia madre per raccattare le mie cose e trasferirmi da mio padre. Ovviamente ha cercato di giustificare la scenata che mi ha fatto ieri cercando di farmi sentire in colpa. Col cazzo che ci è riuscita. Stavolta sono stata coerente con quello che mi ha detto e sono volata da mio padre. Non è la prima volta che lo faccio. Qui ho più spazio, il giardino, la nonna e 3 piani di casa che schifo non fanno (e il gatto che mi fa da scaldapiedi quando ho freddo).

1 Mi Piace

Mi dispiace bimba, ma secondo me è inutile che perdi tempo con tua madre. Vuole addossare i suoi problemi a te e cerca di farti stare male per farti sentire una fallita disperata come si sente lei.

Non sei la sua psicologa. Puoi venirle in contro ma se lei non cambia è inutile perderci ulteriore tempo. Se a casa di tuo papà stai bene, stai lì da lui e vivi serena. Fossi in te limiterei i rapporti al minimo indispensabile. Come ho fatto io con mia madre.

Persino le chat più idiote con lei sono al limite del ridicolo da quanto ha paura che penso che sia una cattiva madre. E’ allucinante. Inutile, non cambierà mai.

1 Mi Piace

Lockdown giorno 6

Qui da papà va molto meglio, meno rotture di cazzo e meno energie spese a fare da lecchina a mia madre. La quale dopo che me ne sono andata si è letteralmente cagata sotto e infatti continua a scrivermi come sto, cosa faccio e altro. Ovviamente cerca di farmi sentire in colpa per essermene andata cosi di botto ed aver “scelto” mio padre. Voglio bene ad entrambi i miei genitori in egual modo. Non sono perfetti, mi amano a modo loro. Ci provano. Bisogna accettarli per quello che sono. Poi che mia madre sia una rincoglionita rispetto a mio padre vabbè, dettagli. E se se ne va della mia sanità mentale stando da lei anche no, grazie.
giphy
Poi vuoi mettere avere il giardino e poter stare fuori😂 oltre ad avere il monte stella dietro casa e posso farci tutti i 10K passi che il mio nutrizionista vuole. Devo solo trovare una stufetta per il garage almeno non mi prendo un coccolone mentre mi alleno nella home gym.

Mi spiace però averla lasciata sola, da una parte so che è una persona triste proprio per questo motivo e senza di me lo è ancora di più, però certe cose se le va a cercare. L’idea di fare del male a qualcuno a cui voglio bene non mi piace. Vorrei che nessuno soffrisse a causa mia. Ma se è l’unica alternativa che mi lasciano non vedo altra soluzione. Io non posso diventare matta e sottostare ai disagi altrui.

Comunque…
Oggi ho passato fisica - 11 crediti. DIO GRAZIE. Ogni tanto mi ascolti quando bestem… ehm quando prego😇. Quindi un esame è già andato.
200w
Apart from this…
Ci sono un sacco di cose che mi mancano. Mi manca prima di tutto F, stare con lui, fare le gite, andare fuori a cena, fare le foto, abbracciarlo e dirgli che è tutta la mia vita. Mi mancano i miei compagni di università. Mi manca lavorare ed ascoltare gli scleri della gente, mi mancano le pause caffè abusive con le mie colleghe. Mi mancano i miei bambini che imparano ad andare in windsurf e mi abbracciano a fine lezione. Mi manca planare sull’acqua, sentire la forza del vento che mi spinge e mi fa sentire libera. Mi manca andare in palestra e scambiare 2 chiacchiere con i ragazzi che incontro di solito. Mi mancano gli aperitivi con i miei amici. Ho bisogno interazione nella vita reale, ne ho sempre avuto bisogno. Sono sempre stata socievole. Mi sono fatta amici ovunque. Scrivere davanti a uno schermo però non fa per me. Ho bisogno del contatto umano.

Anche con F mi sembra di essere talmente distante… eppure è a 20 minuti da casa mia. Non so nemmeno cosa dirgli in videochiamata. Vorrei solo baciarlo e fargli sentire la mia presenza. Mi dispiace se mi sente distante. Non sono abituata a tutto questo. Non voglio che succeda niente di brutto. Mi pare di aver fatto solo cappellate da quando ci siamo visti l’ultima volta. Di aver tirato fuori problemi che prima non c’erano. Mi sento una disagiata. E ho paura che questo possa allontanarlo da me. Non pensavo che tutta questa situazione fosse così difficile. Non me la ricordavo così difficile. So benissimo che mi ama e c’è per me. Possiamo raccontarcela quanto vogliamo ma le coccole non si possono mandare via chat. E penso di avere un calo di serotonina perchè la mia dose prima la avevo ogni 3 giorni quando andava male. Adesso boh chissà quando ci rivedremo.

Ciao amore :slight_smile: intanto, ti amo tanto e sei speciale. Lo sai vero? :heart:

Io, B, sono felice di essere introversa e chiusa
Io, B, sono felice di non uscire mai più da casa mia
Io, B, sono felice di avere una vita totalmente online
Io, B, sono felice di odiare l’idea di uscire da casa mia
Io, B, sono felice che mi venga privata totalmente la mia libertà
Io, B, sono felice che non mi sentirò mai più libera
Io, B, sono felice di perdere tutti i miei amici
Io, B, sono felice di perdere per sempre Filippo a causa del lockdown
Io, B, sono felice di perdere per sempre Filippo perché sono distante
Io, B, sono felice di perdere per sempre Filippo perché sono capace solo di fare cappellate
Io, B, sono felice di vedere che Filippo si allontana sempre di più da me perché sono una disagiata da fare schifo
Io, B, sono felice che Filippo mi faccia da psicologo e che ho bisogno di lui
Io, B, sono felice di non avere nulla da dire a Filippo in videochiamata
Io, B, sono felice che non rivedrò mai più Filippo
Io, B, sono una monella :slight_smile:

Prova a ripetere queste frasi amore e dimmi quelle che ti fanno stare male. Ovviamente non devi solo pensarle, devi cercare anche di immaginarti la situazione.

In ogni caso non ti preoccupare, sono qui. Appena ci liberano ti riempio di coccole, non vado da nessuna parte. Sei tutta la mia vita.

1 Mi Piace

OK BOOMERS

Oggi parliamo del perché ho sempre avuto relazioni con ragazzi 10 anni più grandi di me. Mi scuso in anticipo per le 247823 digressioni su vari argomenti ma man mano che scrivo affiorano ricordi.

200w
Sono sempre stata con gente più grande di me. Al liceo ero la più piccola della classe, assieme ad un’altra mia compagna, perché avevamo fatto la primina quindi eravamo un anno avanti rispetto agli altri. In più la maggior parte della classe era stata bocciata quindi aveva, rispetto a noi, 2 anni di differenza.

Quando ho iniziato a lavorare dopo il liceo ero una bambina, avevo 18 anni. Le mie colleghe avevano come media 27/30 anni. La mia prima responsabile, N, mi trattava come se fossi sua figlia. Non la ringrazierò mai abbastanza per la fiducia che mi ha dato. Mi ha assunta senza sapere come lavoravo, senza esperienza, senza nessuna referenza. Fiducia che ho pienamente ripagato lavorando sodo e dimostrando che aveva fatto un’ottima scelta. Quando dopo 1 anno dovetti lasciare quel posto di lavoro piansi. N era la mamma che avrei voluto. Non ci rimproverava mai, se sbagliavamo qualcosa ce lo diceva con pacatezza spiegando il problema e dicendoci “tranquille ragazze, non è successo nulla, capita di sbagliare, però la prossima volta non fate X ma Y”. E magicamente le cose si aggiustavano da sole. Non doveva mai ripeterle 2 volte. Sapeva farsi ascoltare esattamente come un genitore dovrebbe essere in grado di fare. Idem un’altra responsabile, F, anche lei ci trattava da bimbe. Ora che ci penso anche M. Potevo liberamente confidarmi con loro.

Quando ero a scuola mi sentivo totalmente fuori luogo. Sentivo gli altri molto più immaturi di me.

Non lo dico per menarmela. Semplicemente ho avuto un trascorso abbastanza complicato con i miei genitori che mi ha portato a maturare e crescere in fretta.

Non mi sentivo compresa dai miei compagni e soprattutto compagne. Motivo per cui trovarmi in un ambiente lavorativo con persone più grandi mi faceva sentire a mio agio. Li sentivo uguali a me come modo di ragionare e di porsi. Sono sempre andata d’accordo con le colleghe, a parte un caso eccezionale in cui mi hanno fatto mobbing. Trovarmi con ragazzi della mia età mi rende la baby-sitter della situazione. Idem per quanto riguarda l’università. Un giorno un mio compagno di università mi disse “eh ma che sbatti lavorare il sabato sera fino alle 20, cioè poi non esci mai”. Ognuno ha le sue priorità nella vita, a me lavorare piace e anche se finivo alle 20 alle 21,30 ero pronta per andare in discoteca e presentarmi a lavoro alle 10 di domenica mattina, in after e con 2kg di correttore sugli occhi. Ma certa gente non merita neanche una risposta dalla sottoscritta, non capirebbe💁‍♀️.

200w-2
Tornando alle mie relazioni.

Quando ero al liceo mi frequentavo con ragazzi della mia età: vedi A e L. Anche J che 3 estati fa mi ha rifiutato dopo avergli detto che la nostra scopamicizia non poteva andare avanti perché io lo amavo.
Il resto dei ragazzi hanno avuto 10 anni circa in più di me.

Il primo ragazzo che aveva una differenza di età cosi notevole fu D1-stalker.

Capirete presto perché stalker…

Ci conoscemmo quando io avevo 19 anni e lui ne aveva 31 tramite amici di mio padre ad una gita in montagna. Purtroppo la nostra storia finì dopo 3 mesi perché lui era troppo geloso, nel senso possessivo del termine e senza dei motivi validi. Semplicemente mi sentivo con miei amici maschi normalmente, senza secondi fini, come mi sento adesso con A (non A che mi ha tradito ma un mio amico). Lo lasciai per questo motivo. Lui non sopportò la cosa e si comportò da stalker nei miei confronti. Si. Ebbi paura ad uscire di casa per un certo periodo. Mi continuava a scrivere e chiamare ovunque. Lo bloccai. Allora si fece non so quanti account falsi per scrivere di nuovo a me e ai miei amici. Un giorno mi seguì per un bel pezzo quando uscii dal lavoro e dovetti rifugiarmi in una gelateria in centro, dove chiamai i carabinieri. Fortunatamente il ragazzo che c’era li nella gelateria mi aiutò e mi tranquillizzò, facendo in modo che D non entrasse. Ma come esperienza fu abbastanza traumatica. Dovetti denunciarlo per stalking e da quel giorno non si fece più sentire. Mio padre veniva a prendermi al lavoro per non lasciarmi tornare da sola. Comunque… A parte questo caso isolato gli altri ragazzi furono normali.

Sta di fatto che quella esperienza mi fece capire come si sentono tutte quelle ragazze stalkerizzate dai loro ex o che vengono sfigurate con l’acido o nel peggiore dei casi uccise. Sono particolarmente sensibile all’argomento perché a me è andata bene, ma poteva finire peggio. Nel mio caso quando andai a denunciare la polizia si attivò subito, ma a volte penso a tutte quelle denunce che non vengono ascoltate e che avrebbero potuto salvare molte vite.

Poi ci fu D…

Eh che palle non si capisce niente… è pieno di D nella tua vita… Facciamo che questo D lo chiamiamo D2-palestra.

Ci fece conoscere il nostro coach di PL. All’inizio lo vedevo semplicemente in palestra, ci salutavamo, ci scambiavamo 2 parole mentre mi allenavo. Un giorno gli chiesi di uscire a prenderci un caffè, perché no?

Se qualcuno mi interessa sono abbastanza diretta, mi faccio coraggio e chiedo. Poi se sto ad aspettare voi maschi passano mesi😂

200w-3
Abbiamo passato il capodanno con J e da sbronza che ero decisi di limonarlo in discoteca. Povero L che dovette beccarsi il mio rifiuto davanti ai suoi occhi sotto forma di me e D2-palestra che ci inglobavamo a vicenda. La storia finì durante la quarantena e racconterò a parte il motivo.

Poi vabbè c’è F :heart:. Non pensavo avesse 30 anni in realtà, quando vidi la sua foto gliene diedi 26/27 come a D2-palestra. Sembravano più giovani della loro età, meglio cosi. Sarà per il fatto che hanno un bel fisico e si allenano.

Vedendo le mie coetanee fidanzate tutte con ragazzi della loro età mi sentivo un po’ a disagio ad esporre il fatto che io frequentassi uomini cosi tanto più grandi di me. Ora non me ne può fregar di meno anzi la prendo come un vantaggio non da poco.

Mamma e papà non hanno mai avuto nulla da dire al riguardo. Mamma ha sempre saputo che io ero più matura della mia età biologica quindi non si sorprese quando le dissi che D1-stalker aveva 31 anni. Feci più fatica a dirlo a papà, avevo paura che non capisse, invece non battè ciglio. Per lui bastava che mi ci trovassi bene ed era ok.

Perché è un vantaggio per entrambi? Tralasciando per un attimo il discorso affettivo, che è da dare per scontato se si vuole avere una relazione con qualcuno.

Per me è un vantaggio avere un punto di riferimento, qualcuno che mi insegni cose che non so perché ha più esperienza e che mi aiuti.

E di norma ha anche più esperienza a letto. Si, questo è constatato.

Inoltre un ragazzo di 30 anni tendenzialmente sarà più improntato per una LTR rispetto ad uno di 22 anni che pensa solo a sdraiarne una ogni sera (ci sarebbe un discorso da fare sul perché vuole sdraiarne una ogni sera ecc ma la maggior parte dei maschi matura più tardi e arrivano con la voglia di una relazione intorno ai 28/30).
Hanno tendenzialmente uno stipendio più alto e quindi si possono fare più cose, rispetto ad un altro che sta finendo l’università e che quindi sta ancora cercando lavoro e vive con i suoi genitori. Che si trasla anche alla possibilità di creare famiglia prima.
Mi fa sentire protetta e al sicuro come se fossi la sua bambina. Il fatto di essere più piccola lo vedo come un “guardami sono piccola e indifesa, prenditi cura di me come se fossi la tua bimba🥺”.

Tutto questo lo ricollego al fatto che mio padre si è sempre preso cura di me, ha sempre fatto di tutto per rendermi felice. Mi ha insegnato tante cose. Quindi mi ha lasciato una idea di uomo positiva. Mi ha dato l’esatta idea di come debba essere un mio potenziale fidanzato.

Il fatto di essere più giovane è sicuramente un vantaggio anche per il mio compagno. Tra una 30enne e una 22enne sappiamo entrambi quale sceglierebbe, a parità di valore😜. Vero boomers?

Bea, come dico sempre io:

tired of boys? Try a man!

:wink:

1 Mi Piace