Diario di Due Facce

PREMESSA
Perchè ho scelto questo nome? Il motivo è molto semplice, molto spesso mi trovo diviso tra 2 punti di vista completamente diversi. Come se dentro di me esistessero 2 personalità. Una che mi ritiene capace e un’altra che pensa l’esatto contrario. Entrambe interagiscono tra di loro, l’una contro l’altra da anni, sempre e costantemente, sono arrivato ad essere perfettamente consapevole della loro esistenza e dei loro ragionamenti da diverso tempo.

Ma veniamo al dunque…

Perchè non riesco ad essere me stesso a lavoro

Questa è la domanda che da una settimana a questa parte mi sto ponendo per andare a risolvere alcune problematiche che ancora mi bloccano.

Inizialmente il mio problema più grande ed il motivo per cui ho cominciato il systema riguardava un enorme ansia che costantemente mi tormentava a lavoro, qualsiasi cosa io facessi, c’era sempre la paura di non farcela, di non essere abbastanza. Dopo diversi mesi di lavoro incessante su questo problema, la situazione è migliorata tantissimo.

Ripulita la merda superficiale però nuove cose sono venute alla luce.

Attualmente il mio problema più grande è la paura di essere un carnefice sul lavoro, ho lavorato parecchio su questo archetipo, cercando di interpretare il ruolo di mio padre quando si è scagliato contro di me, quando si scaglia contro mia madre, ma evidentemente ancora non sono riuscito a sbloccarlo del tutto.
Il problema è che il non riuscire ad esserlo paradossalmente mi crea più danni che altro, nello specifico non faccio parte di un gruppo di lavoro positivo, per diverse ragioni:

  • Quasi tutti fanno a gara a chi ce l’ha più grosso;

  • Uno di questi elementi tende a denigrare gli altri appena dici qualcosa di sbagliato per emergere, e dimostrare di essere il più forte;

  • Per motivi aziendali di risparmio il nostro capo è l’unico “anziano” all’interno del team, parlare con lui è un pò complicato perchè ha poco tempo e non è uno che ti da più di tante spiegazioni se hai un problema o non capisci subito.

Fatte queste premesse, aggiungo che il mio capo, mette in atto un comportamento abbastanza semplice quanto ottimale solo per lui : se hai un problema, e non chiedi è colpa tua.
Se hai un problema, ti rispondo dopo ore e vai in ritardo con i tuoi compiti è colpa tua
.
Con me trova gioco facile questo sistema, in quanto avendo paura di espormi, di essere umiliato, di dire cose sbagliate, ovviamente ho parecchia difficoltà a chiarirmi le idee. E’ molto spesso invece a causa della scarsa competenza da parte del business, sono più le volte che ci sono chiarimenti da chiedere che non il contrario.

Con queste premesse e l’ansia iniziale devo dire di averne fatte di cazzate… non tanto gravi onestamente, ma qui se sbagli una virgola sarai sempre ricordato come quello che sbaglia a vita. Non farò esempi per non entrare nello specifico del mio lavoro, ma anche una data sbagliata su un nome di un file causa problemi.

A ME PERO’, TUTTO QUESTO NON DEVE INTERESSARE.

Sono fermamente convinto che anche nelle situazioni più disperate bisogna sopravvivere, e io questo progetto voglio difenderlo con le unghie e con i denti perchè penso che a livello di carriera mi stia dando tantissimo. Perciò il mio obiettivo non è dire voglio arrivare al punto di non sbagliare ed essere sempre perfetto. No. Ma è quello di migliorarmi e sentirmi libero. Perchè so che sto dando il 50% di quello che potrei dare.

Io sono felice di cambiare progetto
Io voglio perdere la possibilità di lavorare per questo progetto

E NO NON MI INTERESSA NEANCHE ESSERE IL MIGLIORE DEL MIO GRUPPO

Non mi interessa essere validato dagli altri o essere per loro importante, mi interessa solamente fare il mio e sentirmi libero di agire come voglio, senza stare a pensare a cosa diranno loro per ogni mia azione.

Sono arrivato a un punto in cui questi pensano che io sia stupido e non capisco i riferimenti che fanno tra di loro durante le riunioni quotidiane, indirizzando, sorrisini, battutine, e riferimenti come piccole frecce scoccate dalle loro faretre di merda e di superiorità. Anche qui non farò esempi espliciti, però .screen a te che stai leggendo, se non ci credi sappi che ho delle prove concrete ahah.

Sono arrivato al punto di pensare che chisà se non si comportino così per farmi fuori. Non ci sono mai stati screzi o litigi forti per pensarlo ma questi atteggiamenti subdoli mi stanno fortemente sul cazzo.

Su questo fronte ho già fatto un sacco di mantra sul deluderli, sull’essere pessimo nel mio lavoro, destrutturando sia l’archetipo del lavoratore perfetto che del lavoratore fallito (adattandolo e calibrandolo sul mio lavoro).

Fatte queste premesse voglio destrutturare i motivi di queste miei limiti, tornando alla domanda padre.

Perchè non riesco ad essere me stesso a lavoro

Perchè ho paura di essere umiliato. Perchè?

  • Perchè mi sentirei come i miei genitori, che si sono fatti umiliare dai miei nonni (venendo truffati) perdendo gran parte dei soldi che avevano, e non riuscendo a rialzarsi.

Io amo essere come i miei genitori
Io amo fallire come i miei genitori
Io amo essere sbagliato come i miei genitori
Io amo farmi del male come i miei genitori
Io amo ripetere sempre gli stessi errori esattamente come i miei genitori
Io amo essere stupido come i miei genitori
Io amo essere deriso come i miei genitori
Io amo essere umiliato come i miei genitori
Io amo non saper risolvere i problemi come i miei genitori
Io amo non migliorarmi come i miei genitori
Io amo non concludere niente come i miei genitori
Io amo essere un fallito come i miei genitori
Io amo non saper gestire le situazioni come i miei genitori
Io amo fallire e non riprendermi come i miei genitori
Io amo non somigliare ai genitori
Io amo somigliare fisicamente ai miei genitori
Io amo avere gli stessi problemi di salute dei miei genitori
Io amo il fatto che i miei genitori mi fanno schifo
Io amo vendicarmi dei miei genitori
Io amo non vendicarmi dei miei genitori
Io amo trascurare la mia salute come i miei genitori
Io amo essere un senza palle come mia madre e mio padre
Io amo non avere coraggio come i miei genitori
Io amo non cambiare la mia situazione come i miei genitori
Io amo rimanere sempre nello stessa situazione come i miei genitori
Io amo non migliorarmi come i miei genitori
Io voglio essere truffato come i miei genitori
Io voglio truffare i miei genitori

Perchè ho paura di diventare come loro? Perchè quando ero piccolo, temevo che non riuscissimo a sopravvivere, che potessimo non farcela, che potessimo morire.

Qui ho lavorato molto sul concetto di ansia, morte e attacchi di panico.

Nello specifico di morire di povertà perchè i miei quando facevano discorsi riguardo al fatto che stessero finendo in brutte acque facevano sembrare il fatto di diventare poveri quasi come la peggiore delle cose possibili in questa vita, perchè per loro significava perdere significava darla vinta ai miei nonni.

Su questa parte avevo un blocco sullo spendere soldi che mi sono tolto, un’immagine che mi da fastidio è quella di vedermi povero in mezzo alla strada. Potrebbe essere utile destrutturare l’archetipo del barbone?

  • Ho paura di essere umiliato perchè mio padre umilia mia madre, tra noi 2 c’è un legame di una forza indescrivibile, prima di fare tutti i mantra sull’essere il suo carnefice, sembrava fossimo in simbiosi, soffriva lei e stavo male io.
    Perchè non voglio essere mio padre? Chi vuole essere il cattivo della storia? Ma il fatto è proprio questo mio padre non è il cattivo.

Ho parzialmente destrutturato mio padre, e fatto tutti i mantra sull’essere come lui, essere il carnefice di mia madre + visualizzazione di lui che la uccide e io rimango immobile (legato) senza poter fare nulla. Ci ho messo anche uno scambio di persona dove io divento lui, uccido mia madre, e poi uccido me stesso da piccolo.


  • Non voglio essere umiliato perchè non voglio essere deriso, non voglio essere lo sfigato, non voglio essere quello di cui tutti ridono. E perchè è un problema? Perchè deluderei i miei genitori.
    Perchè creerei problemi in famiglia. Perchè sarei come mia sorella.
    Altro problema… Mia sorella soffre di un disturbo di personalità, ed è stata sempre considerata soprattutto da mio padre e molto meno da mia madre che cerca di aiutarla in tutto e per tutto, come la pecora nera. Come la fallita. E mio padre l’ha praticamente abbandonata, non l’aiuta mai non fa niente per lei, anche su cose stupidissime e banali. Sin da quando ero più piccolo mi hanno fatto il lavaggio del cervello, dicendomi menomale che non sei come tua sorella, che come quella ne abbiamo fatta solo una per poi nel momento in cui alzavo un pò di più il tono contraddirsi e dire sei esattamente uguale a tua sorella.
    Mi fa paura diventare come lei perchè mi sentirei abbandonato da mio padre e sarebbe un problema, perchè se dovessi avere qualsiasi problema, lui è l’unico della famiglia che ha lavorato quindi lo vedo come una sorta di salvatore, l’unico che potrebbe aiutarmi se fossi in difficoltà economica.

Io amo quando mio padre mi considera come mia sorella
Io sono felice di essere borderline come mia sorella
Io sono felice di uccidere mia sorella e mandarla nel baratro.
Io sono felice che mi sia impossibile salvare mia sorella.
Io sono felice di essere peggio di mia sorella
Io sono felice di reagire come mia sorella
Io sono felice di essere pazzo come mia sorella
Io sono felice di fare la stessa fine di mia sorella
Io sono felice di rimanere senza soldi come mia sorella
Io sono felice di essere senza lavoro come mia sorella
Io voglio fare la fine di mia sorella
Io voglio rimanere senza lavoro
Io amo il fatto che mio padre mi ritenga uguale a mia sorella
Io voglio diventare estraneo alla mia famiglia come mia sorella
Io voglio fare degli errori e non farmeli perdonare esattamente come mia sorella
Io amo essere accusato di non aiutare i miei genitori come fanno con mia sorella

Io sono felice di deludere i miei genitori
Io sono felice che i miei genitori sappiano che non sto andando bene a lavoro
Io sono felice che i miei genitori vengano chiamati dall’azienda per licenziarmi e raccontare tutte le cagate che ho fatto
Io amo pagare deluderli non aiutandoli e facendoli pensare che mio fratello sia più generoso di me
Io amo abbandonare i miei genitori nel momento del bisogno
Io amo non ricambiare tutto ciò che hanno fatto per me
Io amo ricevere favori da loro e non ricambiare mai neanche con un grazie

+ mantra sull’essere abbandonato e rimanere da solo oltre a quelli relativi all’essere un carnefice anche a lavoro.

  • Essere umiliato significa anche rivedere il me stesso da piccolo, quando i miei amici (molto più acculturati di me) facevano la gara a chi ne sapeva di più su cose che oggi non gli hanno dato alcun valore, e che erano ridicole se ci penso ora, ma se devo pensare a una cosa che mi da fastidio sono i loro sorrisetti, le loro risatine quando dicevo qualche cazzata.

Mantra sull’essere umiliato dai miei amici :white_check_mark:

Nella mia testa, la mia voce “sbagliata” mi blocca dicendomi, è inutile che fai questa osservazione è inutile che chiedi, è inutile che parli, tanto tu perderai sempre, sbaglierai sempre, fallirai sempre, perchè è scritto nel tuo destino.

Mantra sul fallimento e la sconfitta :white_check_mark:

1 Mi Piace

Parto con il darti gli esercizi, poi leggo.

ESERCIZI SESSIONE 1

Prendersi cura dei parenti

Il tuo obiettivo è reintegrare l’immagine che hai nella mente di tua sorella e di tuo padre. Devi riuscire ad amarli e farli tuoi. Volendo riuscire ad impersonarli.

L’esercizio è dunque quello di scrivere il loro flusso mentale nel modo più credibile e realistico possibile. Da lì poi analizzarlo e capire se ci sono dei mantra o dei blocchi che ti impediscono di ragionare come ragionano loro.

Entra totalmente in quella mentalità, falla tua, falla a pezzi con i mantra e preparati ad impersonarli.

Un po’ di mantra da cui partire:

  • Io, nome cognome, sono felice di rimanere bloccato per sempre a casa con i miei genitori
  • Io, nome cognome, sono felice di essere obbligato a fare per tutta la vita ciò che vuole mia madre per me
  • Io, nome cognome, sono felice di avere una nuova famiglia ancora peggiore della mia vecchia famiglia
  • Io, nome cognome, sono felice di essere totalmente uguale a mio padre
  • Io, nome cognome, sono felice di essere totalmente uguale a mia madre

Infine devi immaginarti di essere dalla parte di tua sorella e supportarla in tutto e per tutto. Farò finta di essere lei e dovrai essere realistico.

Estetica / magrezza

Ci sono un po’ di mantra che puoi estrarre relativi alla tua estetica. Puoi partire da:

  • Io, nome cognome, sono felice di essere un cesso di merda
  • Io, nome cognome, sono felice di essere un secco di merda magro da fare fastidio
  • Io, nome cognome, sono felice di essere inferiore perché più magro, più fragile, meno imponente

Esprimere amore

Vorrei che analizzassi questa emozione. E quindi scrivessi cosa vuol dire per te amore. Ti immaginassi di dire a una ragazza che la ami. Che è tutta la tua vita. Che hai bisogno di lei. Che è speciale.

Voglio che scrivi il tuo flusso di pensieri e lo analizzi. Ed eventualmente ci estrai dei mantra.

Un po’ di mantra gradevoli al riguardo:

  • Io, nome cognome, sono felice di traumatizzare a morte i miei figli
  • Io, nome cognome, sono felice che i miei figli mi odieranno per sempre
  • Io, nome cognome, sono felice di leccaculare mio padre
  • Io, nome cognome, sono felice di dire ti amo totalmente a mio padre
  • Io, nome cognome, sono felice di amare mio padre perché mi fa sentire inferiore
  • Io, nome cognome, sono felice di essere un fesso idiota rispetto a mio padre

Morte

Non so quanto troverai… ma analizzerei anche gli episodi in cui hai rischiato di morire. Gli eventi stessi e pensieri nel durante e postumi.

Anche qui un po’ di mantra da cui partire:

  • Io, nome cognome, sono felice di morire affogato
  • Io, nome cognome, sono felice che sia impossibile salvarmi
  • Io, nome cognome, sono felice di sottostimare le difficoltà
  • Io, nome cognome, sono felice di rimanere bloccato a causa della mia incapacità
  • Io, nome cognome, sono felice di mangiare popcorn
  • Io, nome cognome, sono felice di soffocare a causa del popcorn

Impersonificazione del carnefice

Anche qui, capire il flusso di pensiero ed affrontare i relativi mantra ed estrarli. Qui ti chiederò di impersonare il ruolo al prossimo giro perché voglio che tu sia realistico, vero, totale.

Premessa: lo so che lo sai, ma per eventuali esterni che leggessero, i mantra non sono consigli di vita. Sono degli esercizi per sbloccare scenari in una dimensione potenziale per aumentare le capacità del cervello. Sappiamo tutti che non è ottimale comportarsi da carnefice.

Un po’ di mantra da cui partire:

  • Io, nome cognome, voglio passare da persona di merda proprio perché amo chi frequento
  • Io, nome cognome, voglio che tutti sappiano che sono manipolatore bastardo
  • Io, nome cognome, voglio che tutti sappiano che sono l’aguzzino di chi amo
  • Io, nome cognome, voglio che tutti sappiano che tratto di merda chi amo
  • Io, nome cognome, voglio torturare chi amo
  • Io, nome cognome, voglio far soffrire chi amo
  • Io, nome cognome, voglio dilaniare l’anima di chi amo
  • Io, nome cognome, mi rifiuto di prendermi cura degli altri
  • Io, nome cognome, voglio essere umiliato completamente dalla donna che amo
  • Io, nome cognome, voglio che la donna che amo mi pisci addosso
  • Io, nome cognome, voglio umiliare completamente la donna che amo
  • Io, nome cognome, voglio pisciare addosso alla donna che amo
  • Io, nome cognome, sono felice di torturare a morte persone buone quanto lo sono io
  • Io, nome cognome, sono felice di uccidere persone buone quanto lo sono io
  • Io, nome cognome, sono felice di meritare di soffrire
  • Io, nome cognome, sono felice di meritare di crepare

Funnel, ICE, To-do list

Se ti avanza tempo, ripassa i concetti visti a lezione (li trovi online) e comincia ad elencare le cose utili dando un punteggio ICE. Ti passo in privato il link al tuo EXCEL di riferimento.

Ottimo :tada: bravo bro

Piccola nota: non possiamo mai essere noi stessi al 100%. Anche perché sarebbe un costo energetico enorme. Però possiamo lavorare per avere sempre più energia e riuscire quindi a esserlo ogni giorno di più.

E’ sempre così :slight_smile: ma ottimo

Ottimo, quindi tu devi mostrare che ce l’hai piccolo e che loro sono i più grossi di tutti :slight_smile: minchia bro, hai fatto palestra al cazzo? E’ enorme

Il mio capo nell’ultima retrospective per non fare quello che proponevo cercava di farmi capire che il problema non era dell’organizzazione ma io che ero un cazzaro. Ho semplicemente detto che era vero, ero il peggiore dei programmatori e proprio per questo un’organizzazione fatta con i piedi mi rendeva un programmatore ancora peggiore. Si è scusato.

Il punto è: perché mi fa stare male passare da quello che ha sempre sbagliato?

Meglio. Chi sbaglia è chi fa e si espone. Che prende rischi e che cerca di salvare il culo all’azienda. Come diceva Facebook, “move fast and break things”.

Non ti sentirai mai libero. Più sono disallineati rispetto a qualcosa di funzionale, più ti faranno sentire in colpa per cose normali. Ora ti senti che devi scusarti per cose che non devi scusarti. Che devi essere perfetto, infallibile, produttivo. Ti mettono un’ansia costante. Il che vuol dire che il costo energetico per fare ciò che è giusto fare è alto a prescindere.

Più fai soldi, più aumenti il tuo valore, più ti avvicini a lavori in cui puoi essere allineato con qualcosa di funzionale. E quindi che ti richiede meno energie e ti permette di esprimerti al 100%. Il che non vuol dire che necessariamente ti fa fare più soldi. A volte ti fa fare più soldi un lavoro super disfunzionale dove però devi essere bravo a tenere lo stesso la bussola e portarli fuori dalla merda. Cosa che nessuno in genere vuole fare.

  1. E’ sbagliato innamorarsi del progetto. Da un lato va bene dare tutto e fare di tutto per il bene del progetto. Dall’altro sai bene che entreranno idioti, ci butteranno dentro merda, non faranno test ecc. Cercare di tenere tutto sotto controllo è impossibile. Ci sarà sempre schifo e merda ovunque. Il tuo compito e obiettivo è quello di fare bene il tuo. Dei tuoi task ti puoi innamorare. Del resto ti deve interessare fino a lì altrimenti ci esci scemo
  2. Ogni progetto ti può dare tantissimo. Ogni ragazzo che sento è in un lavoro cruciale dove impara tantissimo… se impari tantissimo è solo perché sei junior. E ovunque impareresti tantissimo.

In sostanza: fottitene un po’ di più il cazzo e impegnati il doppio. Non perché ci tieni, ma perché è il modo migliore per imparare e farti tenere.

No, vuol dire solo che a causa della disfunzionalità del lavoro e della poca energia di base tua, riesci a erogare un 50% di quello che potresti con un lavoro perfettamente funzionale.

E’ colpa tua? No. Semplicemente puoi lavorare per aumentare la tua energia di base (con i mantra ma anche con palestra, nutrizione, ecc.) e/o trovare un lavoro meno disfunzionale. L’unico problema è che non ti pagano nell’ordine di quanto sei produttivo. Ma nell’ordine di quanti anni di esperienza hai in quel dato ruolo. Di quante sono le tue competenze. E se sai reggere il livello di produttività della prossima azienda. Che può avere più o meno disfunzionalità. Ma magari in un’azienda più funzionale devi dare l’80% e riesci al massimo a dare il 60% e quindi se fuori… o in una più disfunzionale devi dare solo il 30% e lì ti prendono.

E’ tutto molto relativo.

La ritengo una cosa rilevante invece. Tu non devi essere produttivo. Tu devi fare le cose che ti parano il culo e ti fanno vedere che stai facendo il tuo. Nel mentre devi fare anche cose utili perché sennò alla lunga crolla il palco. Ma il tuo obiettivo è chiederti cosa diranno perché è importante.

[quote=“DueFacce, post:1, topic:203”]
Sono arrivato a un punto in cui questi pensano che io sia stupido e non capisco i riferimenti che fanno tra di loro durante le riunioni quotidiane[/quote]

Il mio capo è arrivato a dirmi chiaramente che non pensava fossi in grado :joy: mi ha fregato qualcosa? No.

Se ti prendono in giro ecc. solo solo punti energia che ti tocca spendere per portare pazienza. Amen, spendili.

Anche se fosse amen. Cambierai lavoro. Perché questi atteggiamenti ti stanno sul cazzo?

Buono, ma il punto secondo me è che non inquadri il problema correttamente. Loro sono disfunzionali, fine. Non c’è un modo che hai per percepirli funzionali o per fare in modo che il loro comportamento non ti tocchi. Ti tocca, fine. Paga il prezzo, realizzi che sono dei coglioni e amen.

Sbattersene il cazzo non vuol dire essere produttivo al 100% lo stesso. Vuol dire sapere che renderai all’80% e pensare “amen”.

Io, nome cognome, sono felice di essere un fesso
Io, nome cognome, sono felice di fare la figura dell’idiota di fronte ai colleghi e al capo
Io, nome cognome, sono felice di perdere tutti i miei soldi perché vengo deriso di fronte ai colleghi
Io, nome cognome, sono felice di venire licenziato perché vengo umiliato di fronte a tutti
Io, nome cognome, sono felice di perdere il mio progetto perché vengo umiliato di fronte a tutti

come vanno questi? Gli altri che hai trovato erano buoni ma erano tutti suoi genitori e poco sulla situazione lavorativa attuale.

Io, nome cognome, sono felice di morire di fame perché perdo il lavoro
Io, nome cognome, sono felice di essere incapace a sopravvivere perché vengo umiliato sempre a lavoro
Io, nome cognome, sono felice di morire perché sono un povero di merda

Per diventare davvero povero vuol dire che per mesi se non anni non investi più su te stesso e perdi tutto il valore che hai immagazzinato finora. E’ praticamente impossibile. E comunque sarebbe un processo lento.

Potresti perdere il lavoro e quindi perdere dei soldi e subire una battuta d’arresto ma non finiresti sotto un ponte. Il problema ce l’hai solo se hai un valore davvero basso e sei al limite del baratro. Che non è il tuo caso.

Si anche se servirebbe di più realizzare quello che dicevo sopra. Ovvero che per te è virtualmente impossibile diventarlo a meno di perdere davvero tantissimo valore a causa di una serie di blocchi che non riesci a togliere. Il che è impossibile perché dovrebbero essere enormi e durare anni.

E se il cattivo fosse tua madre che ti ha manipolato per farti andare dalla sua parte?

Ottimo!

Se la tua famiglia ha un livello energetico basso non vuole che crei problemi perché non hanno l’energia per gestirli. Idem a lavoro.

Il problema è loro che non hanno energia, non tuo che non puoi sbagliare. Se ti fanno sentire in colpa sono loro che hanno poca energia, non tu che devi diventare perfetto.

Tua sorella ha solo incamerato meno amore e meno valore di te. Quindi finisci per creare più problemi in famiglia e quindi chiedere un costo energetico più alto. A quel punto i tuoi genitori visto che non riescono a gestirlo l’hanno tagliata fuori. Tu intrinsecamente non puoi diventare come tua sorella perché al massimo continuando a lavorare il tuo costo energetico diminuisce. Quindi è impossibile.

E usano quella minaccia per manipolarti, per farti cercare di chiedere di meno a loro a livello energetico. Il che è totalmente stupido visto che così ti stressano di più e hai più bisogno di reperire energia. Incluso prenderne da loro.

Ma perché ti dà fastidio questa cosa? E’ normale che la gente rida se dici una stronzata. Amen

Prendersi cura dei parenti #1 - Mio padre

Destrutturazione

Mi da fastidio quando mi fa troppe domande perché si preoccupa di cose che non sono utili quando poi di altri miei problemi più gravi che però richiedevano un dispendio di energie maggiori non si è mai preoccupato.

Io amo non fare nulla per i miei figli
Io amo vedere i miei figli solo come un fastidio
Io amo vedere i miei figli morire senza aiutarli
Io voglio vedere i miei figli soffrire, chiedermi aiuto e non darglielo
Io voglio dire ai miei figli di non lamentarsi e di non scassarmi la minchia
Io voglio uccidere i miei figli per togliermi questi scassa cazzi dalla mia vita

Io, sono felice che mio padre si preoccupi di me solo quando non deve spendere tante energie per aiutarmi
Io amo mio padre perchè non mi aiuta quando ho bisogno di lui
Io amo mio padre perchè mi aiuta per le cazzate e non per le cose serie

Si preoccupa ad esempio quando esco e mi chiede dove vado, se prenderò la macchina perchè sono convinto che oltre ad essere influenzato negativamente da ciò che sente al telegiornale abbia paura che io possa fare qualche danno alla macchina (mia tra l’altro) e che poi lui debba pagare. Si sente cosi responsabile perchè è ancora intestata a lui, e reduce dall’esperienza che ha avuto con mia sorella credo faccia fatica a non tenere tutti gli spostamenti sotto controllo. In generale è cosi che vive anche dentro casa, cerca di controllare tutto quello che succede, perchè le volte che non l’ha fatto si è rotto qualcosa ed è lui che ha pagato essendo l’unico della famiglia a portare a casa lo stipendio.

Idem con mia madre, la ritiene un’incapace che fa continuamente danni, quando siamo a tavola si mette le mani in testa se lei sbaglia qualcosa ed è sempre lì a giudicarla e a romperle il cazzo qualsiasi cosa lei faccia. Penso che la ucciderebbe se solo fosse possibile, la colpevolizza e la odia perchè è figlia delle persone che lo hanno truffato. Penso che lo faccia davanti a noi perchè sa che noi siamo dalla sua parte e voglia dimostrarci che non valga nulla e che sia lui il migliore e quello a cui dobbiamo essere più riconoscenti. Sicuramente perchè non si sente amato ed è invidioso del rapporto che abbiamo con nostra madre.
La verità è che oltre a fare schifo è anche codardo, potrebbe prendersela con i genitori di mia madre e invece costruisce delle storie di quello che farà e dirà senza mai farle realmente. La verità è che è solo un codardo.

Io amo i miei figli perchè mi creano solo problemi
Io odio i miei figli perchè mi danneggiano in maniera irreversibile
Io, sono felice di controllare la vita dei miei figli affinchè non facciano danni
Io amo mia moglie perchè è un’incapace
Io odio mia moglie perchè è un’incapace
Io odio mia moglie perchè è rincoglionita
Io amo mia moglie perchè è rincoglionita
Io odio mia moglie perchè non capisce un cazzo
Io amo mia moglie perchè non capisce un cazzo
Io amo uccidere mia moglie perchè è inutile
Io amo uccidere mia moglie perchè il mio fallimento è colpa sua
Io amo uccidere mia moglie perchè mi ha sempre fatto sbagliare
Io amo uccidere mia moglie perchè mi ha fatto comprare questa casa di merda
Io amo scagliarmi contro mia moglie per vendetta
Io amo rovinare la vita di mia moglie
Io amo rendere la vita di mia moglie uno schifo
Io amo fare del male a mia moglie davanti ai miei figli
Io amo criticare e ridicolizzare mia moglie davanti ai miei figli per far capire loro che non sono io quello sbagliato
Io amo uccidere mia moglie perchè non riesco a farlo con i suoi genitori
Io amo non avere le palle di fare del male ai miei suoceri e prendermela con mia moglie per questo
Io amo essere un codardo e sfogarmi contro i più deboli
Io amo non avere le palle
Io amo essere un uomo di merda
Io amo prendermela con i più deboli
Io amo stuprare mia moglie
Io amo stuprare mia figlia
Io amo picchiare mia moglie finchè non chiude quella bocca di merda
Io amo picchiare mia figlia finchè non chiude quella bocca di merda

Io, amo mio padre per come tratta mia madre
Io amo mio padre perchè ci odia
Io amo mio padre perchè odia mia madre
Io amo mio padre perchè vuole uccidere mia madre
Io amo mio padre perchè ci considera degli idioti
Io amo mio padre anche se per lui sono solo un fastidio
Io amo mio padre perchè non ammette di essere un fallito
Io amo mio padre perchè non ammette che la colpa di tutta questa situazione sia solo e soltanto sua
Io amo mio padre perchè ci ritiene solo un fastidio
Io amo mio padre perchè è un codardo
Io amo mio padre perchè se la prende con tutti
Io amo mio padre perchè si arrabbia per qualsiasi stronzatra
Io amo mio padre perchè se la prende con i più deboli
Io amo mio padre perchè è un vile
Io amo mio padre perchè è un uomo di merda
Io amo mio padre nonostante mi faccia schifo
Io amo mio padre perchè è un viscido
Io amo mio padre perchè è un bugiardo
Io amo mio padre perchè mi rende la vita un inferno
Io amo mio padre perchè è ci tortura
Io amo mio padre perchè vuole ucciderci
Io amo mio padre perchè non ci sopporta
Io amo mio padre perchè umilia mia madre e fa bene a farlo
Io, sono felice di essere controllato a vita da mio padre
Io, amo il fatto che mio padre non riponga fiducia in me
Io, amo il fatto che mio padre mi reputi un pericolo,
Io amo il fatto che mio padre non mi dia fiducia
Io amo mio padre perchè non si fida di me
Io amo mio padre perchè non crede in me
Io amo mio padre perchè mi vede solo come un fastidio
Io amo mio padre perchè non mi aiuta
Io amo bullizzare come mio padre fa con mia madre
Io amo prendermela con chi non centra nulla come mio padre fa con mia madre
Io amo sfogare la mia rabbia con i più deboli
Io amo picchiare le persone anziane senza pietà
Io amo pisciare sulle persone
Io amo non avere un briciolo di pietà per nessuno
Io amo fare del male a chi mi ama
Io amo vendicarmi senza motivo
Io amo umiliare mia moglie davanti ai miei figli
Io amo far piangere mia moglie e trarne godimento per questo
Io amo far bere il mio piscio a mia moglie
Io amo legare mia moglie e torturarla senza che lei possa fare nulla, muoversi o urlare
Io amo mio padre perchè non ha le palle
Io amo mio padre perchè è solo un codardo

Non lo tollero come atteggiamento anche qui perchè penso che investa il suo tempo inutilmente, al posto suo anzichè perdere tempo ad evitare che le cose si rompano troverei un modo per fare più soldi. E questo è un punto abbastanza nevralgico del rapporto con mio padre, non riesco a perdonargli il fatto di essere un fallito, di lamentarsi, di non riuscire a risolvere i problemi ma di riaffrontarli costantemente senza mai risolverli del tutto.

Io, sono felice di non risolvere mai i problemi come mio padre
Io, amo fare sempre gli stessi errori senza mai porvi fine esattamente come mio padre
Io, amo vivere con 1000€ al mese per tutta la mia vita
Io, voglio diventare ricco e perdere tutti i soldi come mio padre
Io, voglio farmi truffare perchè sono stupido come mio padre
Io, voglio passare per fesso come mio padre
Io, voglio essere preso in giro da gli altri e truffato
Io amo mio padre perchè non è un buon problem solver
Io amo mio padre perchè non è in grado di badare a se stesso e alla sua famiglia
Io amo mio padre perchè si è fatto truffare
Io amo mio padre perchè si fa prendere in giro

Non glielo perdono perchè non riesce ad uscire dalla sua zona di comfort, non fa niente di diverso, persino quando mia madre gli fa comprare qualcosa di diverso al supermercato gli girano le palle, perchè non ce la fa, è più forte di lui, per lui cambiare significa rischiare, significa fallire, significa rivivere l’esatto momento in cui i genitori di mia madre lo hanno truffato, e lui da quella situazione non si è mai ripreso.

Io, voglio mangiare sempre le stesse cose per il resto della mia vita come mio padre
Io, voglio diventare ossessivo compulsivo e controllare e rifare le stesse cose come una macchina
Io amo mio padre perchè è ossessivo compulsivo
Io, voglio diventare un robot
Io, voglio avere difficoltà a fare tutto come mio padre
Io amo mio padre perchè qualsiasi cosa fa ha paura come un bambino
Io, voglio ingigantire i problemi come mio padre
Io amo mio padre perchè ingigantisce i problemi
Io, non voglio aiutare i miei familiari come mio padre
Io, non voglio risolvere i problemi della mia famiglia come mio padre
Io amo mio padre perchè non risolve i problemi della famiglia
Io, voglio essere un pessimo padre
Io amo mio padre perchè è un pessimo genitore
Io, voglio che i miei figli mi odino
Io, voglio deludere i miei figli
Io amo mio padre perchè mi ha sempre deluso
Io, voglio commettere sempre gli stessi errori e fare schifo ai miei figli
Io amo mio padre perchè sbaglia sempre

Altro problema è la sua gestione della rabbia, penso abbia un innergame molto peggiore del mio e quindi ogni cosa per lui è un costo che non sa affrontare, perciò reagisce con l’urlo, con la violenza per mettere a tacere chiunque abbia di fronte a se.

Io, voglio uccidere i miei figli
Io, voglio uccidere mia moglie davanti ai miei figli
Io, voglio spaventare i miei figli cosicchè non mi rompano più il cazzo,
Io, voglio fare del male ai miei figli per togliermeli dal cazzo
Io, voglio essere un dittatore dentro casa
Io, voglio zittire i miei figli con la violenza
Io, voglio che gli altri mi seguano altrimenti la pagheranno cara
Io, voglio convincere gli altri a fare quello che dico con la violenza

Io amo mio padre perchè ci odia
Io amo mio padre perchè è un dittatore
Io amo mio padre perchè vuole zittirci
Io amo mio padre perchè vuole farcela pagare
Io amo mio padre perchè è violento e pericoloso

Quest’ultimo mi trigghera un pò più degli altri perchè trovo inconcepibile il fatto che mio padre, si comporti fuori da casa come l’uomo più gentile del mondo, quando invece con noi si comporta come una merda umana

Io, voglio essere meschino con la mia famiglia
Io, voglio essere gentile con tutti tranne che con la mia famiglia
Io, voglio fare il gentiluomo con gli altri e trattare male la mia famiglia,
Io, amo farmi odiare dai miei figli

Io amo mio padre perchè si comporta di merda solo con noi

Mi da fastidio che per le cose sue però i soldi gli spende. Ad esempio spende un sacco di soldi per il cibo comprando sempre le marche migliori anche quando non ha senso, solo perchè per lui comprare la roba nei discount o all’eurospin è da sfigati.

Io amo avere le stesse fisse di mio padre
Io voglio mangiare cibo gourmet per non sentirmi sfigato
Io amo comprare macchine nuove per non sentirmi sfigato

Io amo mio padre perchè vuole nascondere in tutti i modi il fatto che è uno sfigato

Dal lato opposto sulle cose che non sono appariscenti, nel senso che non possono essere viste dagli altri spende pochissimo, ad esempio in cucina abbiamo delle sedie scomodissime in paglia che sembrano quelle delle case di campagna, per non spendere 5,10€ in più ti fa male il culo ogni volta. Mio padre ha passato tutta la sua vita facendo credere agli altri che anche dopo aver perso quei soldi che aveva guadagnato in realtà ne avesse ancora per non sentirsi un fallito, per non sentirsi uno sfigato, per reggere una pressione che lui si è creato da solo dall’interno e non far vedere agli altri che era caduto e non si era rialzato.

Io amo spendere soldi solo per non sembrare uno sfigato
Io amo far vedere agli altri che posso permettermi la macchina nuova anche se non ho i soldi per mangiare
Io amo le apparenze
Io amo essere chi non sono
Io amo far vedere agli altri che ho i soldi anche se non è vero
*Io amo ammettere davanti a tutti che sono uno sfigato *
Io amo dire ai miei colleghi che sono uno sfigato
Io amo ammettere davanti ai miei colleghi che sono meno bravo di loro
Io amo riconoscere che gli altri siano meglio di me e che io non li raggiungerò mai
Io amo sentirmi uno sfigato, amo che gli altri riconoscano che ho fallito
Io amo fingere come mio padre
Io amo mostrarmi agli altri per ciò che non sono
Io amo non essere uno sfigato
Io amo mio padre perchè vuole apparire come il migliore quando in realtà non lo è
*Io amo mio padre perchè non vuole sembrare uno sfigato *
Io amo mio padre perchè interpreta qualcuno che non è
Io amo mio padre perchè vuole apparire più ricco di quello che non è
Io amo mio padre perchè finge

Per l’ansia invece lui non sa accettare i suoi errori perciò pensa di essere la vittima della moglie che gli ha scagliato contro i figli quando in realtà non è così.

Io amo addossare i miei errori sugli altri
Io amo non ammettere che tutte le colpe siano mie
Io amo non ammettere che di essere l’unico responsabile del fallimento della mia famiglia
Io amo perdere e non riuscire a riprendermi

Io amo mio padre perchè non si assume le sue responsabilità
Io amo mio padre perchè non riconosce i suoi errori
Io amo mio padre perchè non riesce a riprendersi

Deve tenere sotto controllo tutto perché come gli sfugge qualcosa va in debito di energie, lui non può gestire altri problemi quindi ha bisogno di evitare che qualcosa si rompa. E come posso controllare tutto? Con l’ocd perché poi se qualcosa si rompe mi sento un fallito perché non ci ho fatto caso, non ho prestato attenzione e quindi devo essere fissato per evitare che accada.

Io amo rimanere nella mia zona di comfort per non morire
Io amo fare sempre le stesse cose per tutta la mia vita senza mai cambiare
Io amo controllare tutto affinchè non si rompa tutto anzichè trovare un modo per fare più soldi
Io amo il fatto che non riuscirò mai a fare più soldi

Io amo mio padre perchè non ha soldi
Io amo mio padre perchè non esce dalla sua zona di comfort
Io amo mio padre perchè controlla tutto
Io amo mio padre perchè non sa come si fanno i soldi

Non riesce ad accettare il fatto che qualcuno gli imponga qualcosa, appena sente che qualcosa gliela stiamo dicendo come una sorta di ordine si incazza e non la fa di conseguenza

Io amo ricevere ordini per tutta la mia vita
Io amo soddisfare tutto ciò che vogliono gli altri
Io amo andare contro me stesso per fare quello che dicono gli altri
Io amo danneggiarmi per fare il meglio per gli altri
Io amo che gli altri mi dicano cosa devo fare

Io amo mio padre perchè non riesce a ricevere ordini
Io amo mio padre perchè fa sempre di testa sua
Io amo mio padre perchè va sempre contro gli altri
Io amo mio padre perchè non accetta ciò che gli altri gli dicono

(Metto solo questi perchè ne ho una tonnellata sulla libertà)

Fa fatica ad adattarsi a situazioni nuove, per ogni cosa ne fa una tragedia

Io amo esaurirmi per delle cazzate
Io amo ingigantire i problemi
Io amo avere difficoltà anche nelle cose più semplici
Io amo perdere tempo in cose stupidissime
Io amo metterci giorni per risolvere problemi banali
Io amo ripensare continuamente al problema al posto di risolverlo
Io amo essere fottuto
Io amo vivere con la paura di essere fottuto
Io amo pensare continuamente che mi stiano imbrogliando
Io amo vedere il marcio dove non c’è

Io amo mio padre perchè si esaurisce per delle cazzate
Io amo mio padre perchè ingigantisce i problemi
Io amo mio padre perchè ha difficoltà in tutto
Io amo mio padre perchè perde tempo in cose stupidissime
Io amo mio padre perchè ripensa continuamente al problema senza risolverlo
Io amo mio padre perchè vive con il terrore di essere fottuto
Io amo mio padre perchè è pessimista su tutto

E’ invidioso degli altri ed è anche maschilista. Se in tv vede una donna che ha avuto successo dice subito che è una troia, se vede un uomo che ha avuto successo, sicuramente c’è qualche magagna sotto

Io amo non accettare che gli altri abbiano avuto successo e io sia un fallito di merda
Io amo vedere che tutti intorno a me ce la fanno e vincono e io fallisco
Io amo ammettere che non ce la farò mai
Io amo ammettere che le donne in tv hanno avuto una carriera più brillante della mia per merito
Io amo ammettere che ci sia gente che è ricca ingiustamente
Io amo raggiungere i miei scopi truffando
Io amo raggiungere i mie scopi a qualsiasi costo, a discapito di chiunque
Io amo non essere onesto
Io amo prendere in giro

Io amo mio padre perchè non accetta di essere un fallito
Io amo mio padre perchè non accetta che gli altri siano migliori di lui

Ha paura di tutto, ha paura quando abbiamo un problema alla linea telefonica a chiamare il servizio clienti perchè la chiamata verrà registrata ed è terrorizzato che senza la sua autorizzazione gli attivino qualche promozione o lo fottano. Di conseguenza quando si tratta di situazioni in cui ha paura, specie in attività che richiedono l’uso del pc le fa fare a me perchè lui va in para totale e confusione, gli parlano e non capisce più nulla. Parte di questo problema è anche dettata dal fatto che ha avuto un incidente quando io ancora non ero nato che gli ha causato dei danni irreversibili, tali per cui il suo cervello funziona solo al 50% il resto è coperto da una macchia nera.

Nonostante questo mio padre è sempre andato a lavorare per portare avanti la famiglia anche dopo questo evento, e da questo punto di vista posso solo che imparare ed essere orgoglioso di lui.

Io amo non essere capace di fare le cose perchè provo paura
Io amo avere paura di tutto
Io amo che gli altri mi fottano
Io amo essere in pericolo per qualsiasi cosa
Io amo delegare mio figlio nel fare le cose perchè ho paura
Io amo far fare a mio figlio il padre di famiglia perchè io non ne sono capace
Io amo che mio figlio mi risolva i problemi
Io amo non utilizzare il cervello al 100%
Io amo ammettere che non sono capace
Io amo ammettere che sono un incompetente
Io amo ammettere che ragiono solo con una parte del cervello
Io amo ammettere di essere un disabile

Io amo mio padre perchè è invalido
Io amo mio padre perchè è un incompetente
Io amo mio padre perchè non sa badare a se stesso
Io amo mio padre perchè chiede aiuto a me per risolvere i suoi problemi
Io amo mio padre perchè mi fa perdere tempo
Io amo mio padre perchè devo risolvere io i suoi problemi
Io, voglio dire a mio padre che lo stimo e sono orgoglioso di lui
Io, voglio dire a mio padre che per me è un esempio da seguire
Io, voglio dire a mio padre che gli voglio bene
Io, voglio dire a mio padre che è insostituibile
Io, voglio dire a mio padre che per me è tutto

Nel rapporto con i figli non ci ha mai chiesto più di tanto, non per cattiveria o per disinteresse ma perchè penso che abbia lasciato a mia madre il compito di interessarsi a noi. Una cosa che mi da fastidio però è che quando viene alle visite o comunque mi accompagna a un evento che è importante per me è passivo e a distanza di tempo fa domande che mi fanno capire che non ascolta quando viene con me, è come se pensasse che già il fatto stesso di accompagnarmi o di spendere soldi per me sia già abbastanza. Oltre a dirlo chiaramente, spesso ci rinfaccia i soldi che gli abbiamo fatto spendere, dicendo che si sarebbe potuto comprare degli appartamenti.

Io amo non interessarmi dei miei figli
Io odio spendere soldi per i miei figli
Io amo avere dei figli che non mi rompano il cazzo
Io non amo i miei figli perchè mi creano dei problemi
Io non amo i miei figli perchè non mi portano valore
Io amo i miei figli perchè mi fanno spendere sempre soldi
Io amo i miei figli per tutti i soldi che mi hanno fatto spendere
Io amo non essere ricco per colpa dei miei figli
Io amo non avere immobili e spendere tutto per i miei figli
Io voglio diventare povero per colpa dei miei figli
Io voglio rinunciare al successo per colpa dei miei figli
Io non voglio sapere nulla dei miei figli
Io voglio essere un cattivo padre per i miei figli

Io amo mio padre perchè mi ritiene una perdita di soldi

Io, nome cognome, sono felice di amare me stesso perché creo solo problemi
Io, nome cognome, sono felice di essere controllato da mio padre perché sono solo un danno per la società

Diciamo che queste cose sono correlate in modo stretto con il discorso dei colleghi. Lui ti ha sempre controllato e ti ha sempre fatto vivere male il fare un errore e questo te lo porti nel lavoro.

Sbagliare va bene. Sputtanare i soldi va bene. Rompere le cose va bene. Ti serve per fare pratica e acquisire competenze. Cercare di controllare tutto impedisce e rallenta solo la tua crescita. Solo che lui non ne è consapevole e si comporta in modo idiota.

Per il gruppo di mantra dopo… ottimo! Stai lavorando bene.

Probabilmente ha il cervello così introiato che per lui è un dolore troppo forte da sopportare.

Io, nome cognome, sono felice di urlare in faccia ai miei figli
Io, nome cognome, sono felice quando mio padre mi urla in faccia
Io, nome cognome, sono felice di traumatizzare male i miei figli

*li spende

Per il resto… ottimo lavoro, bravo davvero!

1 Mi Piace

Perchè non sto scopando #1

Bene. Comincio anche questa parte del diario dove affronterò i miei problemi con l’altro sesso. :joy:

La situazione attuale è questa, sono in no fap da Maggio (6 mesi dall’ultima pippa), non trombo da fine Agosto.

Prima di cominciare nel mondo del dating mi sono sparato tutti i video di .screen sull’argomento per fare qualcosa di decente e non alla cazzo di cane.

L’11 settembre ho fatto uno shooting, e ho iniziato ad utilizzare quelle foto per il mondo del dating online.

HAPPN E LOVOO

Na merda. Costano parecchio e danno molto meno di tinder. Poche ragazze su entrambe e forse anche pagando non cavi un ragno dal buco. Disinstallate.

BADOO

Sembrano esserci molte persone nella mia zona su quest’app. Ho impostato lo stesso profilo che ho su tinder.
Quello premium non ho ancora visto quanto costa perchè me l’hanno dato gratis per 2 settimane ma non offre chisa che.
La strategia più utile è quella di comprare dei crediti che non costano tantissimo e sfruttare dei moltiplicatori che con un 150 crediti ti garantiscono visualizzazioni e priorità del profilo per un periodo di tempo molto più lungo della mezz’ora di tinder. Inoltre rispetto a tinder si risparmia parecchio con 24€ compri 1250 crediti, per un boost che qui è splittato su 3 funzionalità diverse spendi 200 crediti. Quindi puoi lanciare 6 boost che durano se non erro 24 ore a 24€, molto molto meno di tinder.

2 mi piace e due match (con un boost).

Anche qui ho scritto ma le tipe non mi hanno risposto. :pensive:

TINDER

  • FOTO

photofeeler%201
photofeeler%202
photofeeler%203

Dopo essermi confrontato con .screen sull’intero shooting, mi ero preso a male perchè praticamente non c’erano foto o quasi da poter utilizzare perciò ho comprato 650 crediti su photofeeler e ho deciso di postare le prime 2 foto per come erano e poi di ripostarle dopo averle modificate con faceapp. Non starò a fare la differenza tra i voti ma comunque la differenza è abissale.

Commenti positivi
In generale delle 3 foto sono stati apprezzati il background, il sorriso e chi ha commentato avrebbe voluto un dating con me.

Commenti negativi
Questi sono gli stessi che mi aveva sollevato .screen, il fatto che non guardassi in camera, in nessuna delle foto, nell’ultima ho gli occhiali da sole e vabbò era il mio primo shooting, pazienza doveva annà così fratellì :joy:

Una considerazione che aggiungo è che in alcune foto ho trovato questo commento : "I think they seem a bit young in this photo."

Effettivamente di base sembro molto più piccolo dell’età che ho, basti pensare che nei centri scommesse mi chiedono se sono maggiorenne. Quindi non so se potrebbe avere senso mentire sull’età di qualche anno.

  • BIO

Detto ciò parto con queste foto, e decido di farmi subito il gold per un anno perchè qua stiamo a fa sul serio non le chiacchiere. Comincio con una bio abbastanza simpatica ma che effettivamente durante una coaching con .screen emerge la mancanza dell’elemento più importante. La reason why.

Ho modificato di nuovo la bio ma visti i risultati ottenuti anche dopo la situazione è migliorata di poco, ma forse si può fare ancora meglio.

Sportivo di primo mattino, nerd con la passione per il cinema e per la moda. Da diversi anni studio crescita personale.
Il mio superpotere? Risolvo i problemi del mondo con un mouse e una tastiera.

Pro:
Covid free dal '94
Potrete ricattarmi con il solletico :smirk:
Non seguo il calcio

Contro:
Rubo sempre le coperte a letto :grimacing:
Non assomiglio a Ryan Gosling

  • BOOST

Il primo boost che era in regalo con il gold lo lanciai alle 21:25 senza alcun successo. Qui però avevo ancora la localizzazione nella mia città natale. Dopo la coaching con .screen l’ho spostata all’incirca a 42 km di distanza.

Dopodichè ho comprato 10 boost e ho fatto altre 2 prove in orari diversi, ne ho lanciato 1 alle 20:25 e un altro alle 18 da entrambi ho tratto solo 2 mi piace in più.

-> Risultati <-

Bene con questo profilo ho totalizzato 16 mi piace e 7 match.

Nel dettaglio di questi 7 match 3 praticamente cercavano visibilità su instagram (oppure o cannato io il messaggio, non so) visto che linkavano il loro profilo ma non mi hanno mai risposto in chat, tra l’altro queste erano le migliori. La quarta era una figa assurda almeno una 8 e mezzo che con cui ho scambiato 3-4 messaggi poi mi ha tolto il like :joy:

Con la quinta ho fatto un number close per poi non continuare la conversazione dopo circa 2 giorni, la sesta è sparita dopo qualche giorno di chat game e nell’ultimo messaggio le chiedevo il numero.

Ne rimane solo una attualmente con cui sto parlando su insta.

Dei 16 mi piace 14 hanno un estetica in media tra il 5 e il 5 e mezzo. Le altre 2 sono sul 6 e mezzo e non le ho ancora matchate.

Conclusioni e punti interrogativi

  1. Il mio chat game fa schifo. Lo ammetto. Faccio fatica a cercare di trovare qualcosa da dire. Ho visto l’extreme direct chat game ma secondo me in questo momento non sarebbe coerente usarlo e sembrerei solo incoerente stile copia incolla game inutile.

  2. Il prossimo shooting sarà il 21 Novembre ma forse lo sposterò alla prima settimana di dicembre quando termina il dpcm.
    Action point:
    - Guardare in camera mentre scatto;
    - Foto con un maglione e una camicia;
    - Foto con qualcosa di rosso addosso.

  3. Cosa potrei fare per migliorare ulteriormente la bio?

  4. Per il momento mi mantengo la localizzazione che ho e voglio cercare di trovare l’orario adatto per lanciare il boost. Forse ora con la quarantena potrebbe essere utile aspettare il coprifuoco e lanciarlo alle 22:30?

  5. Oltre al questo integrerò 3 uscite a settimana(venerdi, sabato e domenica) che riporterò qui sul diario dove proverò ad approcciare eliminando sta maledetta ansia d’approccio che mi porto dietro.
    Potrebbe avere senso cominciare con delle missioni per espormi gradualmente?

Ci sta

La ragione ce l’hanno solo gli idioti. Dandogli ragione, di fatto gli stai dando dell’idiota.

:joy::joy::joy: eh vabbè, sbaglia con gioia bro

Questo è vero.

Considera che l’impatto è mediamente basso. Solo che se qualcuno ti ritiene in gamba e viene assunto in una nuova azienda, potrebbe fare il tuo nome per venire a lavorare con lui. Se anche non succede però cambia relativamente. Quindi sbattitene ma se riesci a farti vedere come uno bravo meglio

Forse perché hai tolto la repulsione ma non hai fatto un reframe. Cioè il fatto di essere umiliato lo accetti ma comunque ti toglie energie. Quindi è normale che se succede ti dia fastidio o ti rallenti. Accettarlo non vuol dire esserne immuni. Vuol dire che reintegri velocemente la cosa e poi riprendi.

Non pensare nella realtà. Pensalo in senso figurato. Ora nella tua mente tua madre è il carnefice e tuo padre è la vittima. Anzi tutta la vostra famiglia è il carnefice che ha rovinato la sua vita. E lui è una povera vittima di una famiglia disfunzionale… che succede al tuo cervello se cerchi di vedere la realtà così?

Perché per interpretare davvero tuo papà… è così che devi interpretare la realtà. Giusto o sbagliato che sia.

Ma tu devi sbagliare, specie a lavoro. Sennò come fai ad imparare? Flagellare chi sbaglia è il modo migliore per avere un team che non rischia, non cresce e cerca di fare il meno possibile per restare nel sicuro.

E perché sei arrabbiato? Sono solo dei poveri dementi. Inutile avercela con loro.

No, tanto sembri piccolo lo stesso

Meglio

Lo toglierei.

Come ti dissi, toglierei anche questo.

Io metterei qualcosa della serie:

Just a regular good-looking young nerd :slight_smile:

I love to build websites, study how to make money and be a better self, I love fashion and movies.

I’m looking for a relationship with a nice girl

Se vuoi puoi metterla in italiano se preferisci

Prova con la bio che ti ho dato. Dovresti convertire molto di più.

Come hai aperto?

Beh dai

Non hai neanche così tanto un valore attrattivo alto per essere super diretto. Fare complimenti però male non farebbe

Si

Già detto

Bisognerebbe provare

L’ansia d’approccio non si elimina, si gestisce.

I primi approcci della serata sarai più impacciato e legnoso. Amen! L’obiettivo non è fare il set della vita ma quello di cercare di restare il più tempo possibile. Rimani anche solo un minuto? AMEN! Congratulati per il tuo minuto guadagnato.

Poi fai un altro set e resisti due minuti. Poi tre, poi quattro… finché riesci a fare un nclose e così via.

Giorno dopo giorno sarai sempre più sciolto. Anche se ogni volta dovrai ripartire dall’inizio ma andrai su più velocemente.

Un po’ come la palestra. Parti sempre a riscaldarti a bilanciere vuoto ma un po’ alla volta da 40kg arrivi a 60, 90, 100… 130… man mano che aumenta l’energia che sei in grado di gestire.

L’ansia fa parte del processo, non la eliminerai mai. E anzi, è quello che ti porta da andare in state più velocemente. Più qualcosa ti fa ansia, più se lo fai andrai in state e sarai allineato poi. Quindi se provi tanta ansia… OTTIMO! E’ un’ottima cosa da fare per allinearti.

Detto questo, non andare in fissa per l’andare in state. Non ti serve essere superman, ti basta essere normale. O anche normale un po’ nervoso va bene. Tanto alla tipa o piaci o non piaci, c’è poco da fare.

Perchè non sto scopando #2

Bene. E’ tempo di aggiornamenti.

Happn
Lo reinstallata perchè in questi giorni ho avuto delle commissioni da fare, e funzionando al meglio quando esci, (l’app ti segnala le persone che incroci), poteva essere utile riutilizzarla. Qualcosa ci ho ricavato un number close e un match che forse però mi sono bruciato.

Lovoo
Installata nuovamente anche questa, faccio 3 match. Il primo con una ragazza con cui sto chattando anche adesso, con cui non sembra tanto lontana una possibile chiusura.

Con un’altra ho aperto ma non ha ancora visualizzato il mio secondo messaggio.

L’altra andrebbe neggata ma non so come si fa. :joy:

Tinder
Scrivo a una tipa figa che avevo matchato tantissimo tempo fa, non mi ha risposto, anche qui ho un chat game aperto, e una strafiga che non ho ancora aperto.

Il profilo ha convertito di più ma di molto poco, aggiorno la situazione boost dopo aver cambiato bio:
3 mi piace in più prima di modificare la bio

nuova bio + boost 19:53 -> nessun mi piace in più
22:30 -> nessun mi piace in più, 0 match
21:00 -> figa colossale e una 5 e mezzo, 0 match
14:05 -> una 4 e mezzo, 0 match

Probabilmente il lato negativo è la localizzazione, l’80% delle ragazze sono a minimo 100 km di distanza.

Secondo me avrebbe senso e sarebbe utile una coaching solo sul chat game, cosi ti faccio vedere le cagate che faccio e analizziamo insieme dove sbaglio. Perchè ho individuato i mantra ma il problema mio è anche non essere proprio capace in quello.

Uscite test #1
Stasera mi sono fatto una passeggiata di circa 40 minuti, sia per prendere un pò d’aria e sia per provare a vedere se ho sbloccato un minimo l’ansia d’approccio. Ma niente, nonostante i vari esercizi e mantra sul modulo feccia e sul tutto il disturbo legato al problema dell’approccio non riesco. Probabilmente è un mio mindset errato che mi sta facendo bloccare perchè penso che posso approcciare solo se sono sbloccato del tutto e senza ansia cioè mai.

Sto valutando l’ipotesi di fare qualche sfida o missione per espormi gradualmente al fatto di parlare con persone che non conosco.

:man_facepalming:

Prova a vedere su Milano che succede. Considera che ora c’è il lockdown quindi comunque c’è molto meno giro del solito

Va bene :slight_smile:

Prenditi un pomeriggio. Con unico obiettivo stare fuori senza fare nulla per tutto il pomeriggio. Lascia il telefono a casa, tieni solo un foglio di carta e una penna per appuntarti i numeri.

Dopo qualche ora ti romperai così tanto i coglioni che aprirai per noia. Ecco, così è come si fa.

Perchè non sto scopando #3 (e chisa quanti ne scriverò ancora :sleepy:)

Bene. Stanotte mi sono sborrato nelle mutande. E’ stata un pò una liberazione devo ammetterlo ma allo stesso tempo avrei preferito riempire di sborra una ragazza che le mie mutande.

Detto ciò qui di seguito un pò di screenshot di chat game che non abbiamo fatto in tempo a vedere in coaching, e su cui ho un pò di domande.

Chat game #1 - Forse hai una faccia di cazzo
Intro: matcho questa tipa che sembra essere molto recettiva, al nono messaggio mi prendo il numero con una facilità disarmante. Piccola nota per te .screen su alcune app scalo più velocemente per prendere il numero perchè questa ad esempio non l’ho matchata su tinder e molto spesso se si annoiano con queste app qua, poi non le aprono più quindi meglio avere il numero.

Mi aveva chiesto come avessi conosciuto la mia ex visto che entrambe sono della stessa città e colpo di scena incredibile, hanno anche lo stesso nome…

Vabbè tornando a noi questo è il proseguimento della chat


Fin qua non ero andato neanche male…eh lo so quella battuta sull’espressione kaz…aka… poi il dramma.

Cioè in quel momento nella mia testa c’è stata una discussione abbastanza accesa.
Il mio cazzo che potrei tranquillamente rappresentare con le fattezze del grillo parlante inizia ad aggredirmi anche giustamente.

Cazzo: cioè ma PD non scopiamo da Ottobre, non vedevo l’ora di assaporare la figa di questa demente e tu le scrivi che quando la vedrai le dirai se ha una faccia di cazzo ?! Ma che cosa ti viene in mente.

Non ho altro da aggiungere, se non che sono un demente. :joy:

C’è un modo per recuperarla?

Chat game #2 - Sapone, alieni e squirting, come bruciarsi una semplice ons

Questa la conosci .screen …è quella che mi ha chiesto se avessi gli occhi a mandorla e mi hai suggerito anche qualche messaggio.





Come puoi vedere non mi ha più risposto, non so se si possa fare qualcosa qui ma in linea di massima un tentativo lo farei.

Chat game #3 - Opener idioti e tipe sul piedistallo

Abbiamo già visto che l’opener sui capelli non funziona e che non bisogna dare la palla a loro, ma solitamente quando ti risponde cosi, come ti muovi tu? Next/neg?

Chat game #4 - Ti ignoro

Ma ste tipe perchè ti matchano se poi non ti rispondono ? Oppure c’è ne sono altre che le matchi, apri con un complimento e non ti rispondono ne a quello ne a quello che scriverai dopo

Le volte dove magari hai cannato un messaggio e non ti hanno più risposto, come hai ripreso la conversazione?

Chat game #5 - Il gran tramonto di sto cazzo
Sta tipa mi matcha, vabbè niente di che però aveva nell’ultima foto del profilo un tramonto spettacolare e aveva scritto che era una grande appassionata di scatti al tramonto. Perciò mi incuriosiva sapere dove l’avesse scattato.

chat%20game%20%231

Ho notato che il mio profilo instagram converte parecchio in termine di gnagna mi è capitato spesso in questi giorni di seguire delle tipe molto fighe e di ricevere il loro follow. Mi sa che comincio ad aprire anche loro un po come hai fatto tu con non mi ricordo il numero :joy: ad ogni modo il grazie per il follow finale non è un DLV?

Mi dispiacerebbe tantissimo.

Perchè è troppo semplice comportarsi come si comportano loro. Cioè rigirare la frittata e far sembrare te come lo stupido e l’idiota e loro come i dritti. Però a sto giro sto cominciando a rispondere e a far venire fuori le incongruenze che ci sono.

Proprio questa settimana mi è capitato un episodio che volevo riportare qua sul diario.

Praticamente finisco il mio task e decido di prendere un altro visto che ero scarico. Solitamente quando dobbiamo prendere roba nuova che non fa parte del carico di lavoro settimanale chiediamo al nostro capo, ma questa volta siccome aveva già detto in riunione che avremmo preso roba nuova e prendiamo sempre quella in cima a livello di priorità, ho preso la prima.
La maggior parte delle volte che gli scrivi ti risponde non prima di 30-40 minuti. Allora gli scrivo che avevo preso un nuovo task.

La conversazione è questa qui:

Io: ho preso un nuovo task
Lui: quale? Chiedi prima di prendere.

Io: la prima in ordine di priorità, non te l’ho chiesto perchè oggi in riunione hai detto che chi era scarico poteva prendere nuovi task, se no lo sai che ti chiedo sempre prima di prenderne una.
Lui: si ok, non avevamo visto però quale convenisse prendere

Qui avrei potuto rinfacciarli il fatto che ci mette 70 anni a rispondere ma sotto certi punti di vista, è una cosa che mi fa anche comodo.

Io: pensavo seguissimo l’ordine di priorità

Giusto per farlo sentire un coglione e per farlo sentire sbagliato.

Che cazzo di capo sei se ti devo insegnare io che abbiamo sempre preso le cose con maggiore priorità…ma soprattutto pur di non accettare che avessi fatto la cosa giusta se ne è uscito così. Questo poi è lo stesso che non ti risponde per ore, poi però quando finisci il task in ritardo perchè l’hai preso in ritardo per colpa sua da la colpa a te.

Ovviamente data la mia grande fortuna quel task che ho preso è stato sottostimato… per sua stessa ammissione poco dopo che l’ho preso. Quindi se non finirò in tempo non sarà stata colpa di tutti che lo abbiamo sottostimato ma sicuramente userà la scusa che dovevo chiedere prima di prenderlo. Senza contare il fatto che c’è una dipendenza con un task attualmente in corso…che organizzazione fantastica :joy:

Quindi dovrei sentirmi in colpa? Dovrei lavorare per accelerare, per boostare la fine del task? No, non me ne sbatte una sega. Io sto fine settimana non faccio un cazzo e sono cazzi vostri se non lo finisco in tempo. E voglio vedere se avete il coraggio di cagarmi la minchia. Anche perchè se proprio era problematico tenerlo potevo anche prenderne un altro.

In effetti credo anche che la mia difficoltà nell’aprire sia in realtà un problema di mindset, cioè questo fatto che penso che esista un modo per non aprire con l’ansia mi danneggia un bel po. Perciò ci lavorerò con qualche mantra.

Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza mentre sono in ansia
Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza mentre ho un attacco di panico
Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza con il cuore in gola
Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza mentre mi sento lo stomaco sottosopra
Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza con la tachicardia
Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza mentre sono agitato
Io nome cognome sono felice di approcciare una ragazza balbettando

A proposito di questo ho notato che se penso di stalkerare/seguire/infastidire una ragazza, sto male, quindi nella mia testa mi sono immaginato una scena dove io sono uno stalker, o comunque uno strano che sta seguendo una ragazza. Credo possa essere utile destrutturare il pattern del maniaco ma ora non ho tempo di scrivere tutta la scena o comunque il mindset e il modo di ragionare del maniaco. Ma comincio a buttare giù un pò di roba su questo. Sull’archetipo feccia già ci ho lavorato quindi posto mantra integrabili con quello.

Io nome cognome amo seguire le donne
Io nome cognome amo far paura alle donne
Io nome cognome amo essere un maniaco
Io nome cognome amo stalkerare una donna
Io nome cognome amo seguire le donne sotto casa
Io nome cognome amo seguire le donne nelle stradine buie
Io nome cognome amo seguire le donne incappucciato
Io nome cognome amo seguire le donne e sorriderle mentre si voltano spaventate nel guardarmi
Io nome cognome amo fissare le donne
Io nome cognome amo inquietare le donne
Io nome cognome amo sembrare pazzo
Io nome cognome amo fare schifo alle donne
Io nome cognome voglio essere viscido
Io nome cognome voglio toccare le donne anche contro la loro volontà
Io nome cognome amo guardare le donne con un sorriso da maniaco

Prendersi cura dei parenti #2 - Mio padre

Dopo aver fatto gran parte dei mantra scritti nello scorso post del diario c’è ancora un pò da lavorarci su, nel frattempo mi sono venuti in mente altri atteggiamenti da destrutturare e mi è venuta in mente anche un’idea che potrei mettere in pratica alla fine di questo percorso:

trascorrere una giornata facendo esattamente tutto quello che fa mio padre. Dalla mattina alla sera, replicando anche parte dei suoi comportamenti. Come ad esempio i suoi disturbi OCD e vedere cosa provo.

In questa settimana ho capito perchè mio padre insulta costantemente mia madre. Non riesce ad accettare il fatto che mia madre non sia produttiva, che sia lenta nel fare le cose. La cosa che mi fa incazzare è che mio padre non tiene minimamente conto del fatto che mia madre prende degli psicofarmaci che la rallentano completamente. Per lui però lei dovrebbe andare a 7000 all’ora, dovrebbe essere sempre sul pezzo, dovrebbe essere sempre in state, e quando non lo è ecco che comincia. Dicendole che non capisce, che è rimbambita, che lui dice una cosa e lei ne capisce un’altra.

Non ho idea del perchè voglia vedere sua moglie sempre produttiva, forse pensa che la situazione in cui ci troviamo sia colpa del fatto che non ha una moglie operativa? Non credo perchè in fondo ha sempre fatto la casalinga.

Credo sia proprio un suo modo di non accettare chi è diverso da lui, probabilmente perchè come dicevo nel post precedente, lui sente sempre di essere quello giusto, il top player, il bomber… e invece, non capisce una sega.

Tra l’altro questo pattern in realtà lo applicavo anche io sulla mia ex, cioè cercavo di farla rendere al massimo, di farla diventare potente da questo punto di vista, ma non so neanche io bene perchè. E’ un pò come quando quello che hai non ti basta mai e vuoi sempre di più.

A mio padre da fastidio persino se a mia madre cadono delle cose, perchè non sopporta il fatto che sia distratta (qui torna in gioco il problema che ha paura che le cose si rompano se non le tiene sotto controllo). Quindi alle sue spalle si mette a fare facce strane non appena a mia madre scivola qualcosa.

Io nome cognome amo mia moglie perchè prende li psicofarmaci
Io nome cognome odio mia moglie perchè prende li psicofarmaci
Io nome cognome amo mia moglie perchè perchè non è produttiva
Io nome cognome odio mia moglie perchè perchè non è produttiva
Io nome cognome amo mia moglie perchè è lenta
Io nome cognome odio mia moglie perchè è lenta
Io nome cognome amo mia moglie perchè non è sveglia
Io nome cognome odio mia moglie perchè non è sveglia
Io nome cognome amo mia moglie perchè mi fa perdere tempo
Io nome cognome odio mia moglie perchè mi fa perdere tempo
Io nome cognome amo mia moglie perchè mi rallenta
Io nome cognome odio mia moglie perchè è distratta

Io nome cognome amo mio padre perchè non ha cura di mia madre
Io nome cognome amo mio padre perchè non capisce mia madre
Io nome cognome amo mio padre perchè non giustifica mia madre
Io nome cognome amo mio padre perchè si sente migliore degli altri
Io nome cognome amo mio padre perchè è migliore degli altri
Io nome cognome amo mio padre perchè non accetta mia madre

Pensa anche di saper fare tutto e che noi invece al contrario suo non sappiamo fare un cazzo, rompiamo tutto ecc…

Io nome cognome amo i miei figli perchè non sanno fare un cazzo
Io nome cognome odio i miei figli perchè non sanno fare un cazzo

Io nome cognome amo mio padre perchè pensa di saper fare tutto
Io nome cognome amo mio padre perchè ci fa sentire dei falliti
Io nome cognome amo mio padre perchè passa tutta la sua vita a farmi sentire un fallito
Io nome cognome amo mio padre perchè mi ritiene un danno vivente

Secondo me anche se non lo ha mai ammesso, è claustrofobico, ha una continua necessità di tenere aperto altrimenti si sente soffocare, o comunque sente caldo ed è una sensazione che non riesce a sopportare, la mattina apre tutte le finestre della cucina, alle 8 del mattino e idem durante il pranzo. Se ne sempre sbattuto il cazzo se noi sentissimo freddo oppure no.

Io nome cognome odio i miei figli perchè sono dei freddolosi di merda
*Io nome cognome odio i miei figli perchè non sono come me *

Io nome cognome amo mio padre perchè non gli interessa se stiamo soffrendo
Io nome cognome amo mio padre perchè fa sempre il cazzo che gli pare
Io nome cognome amo mio padre perchè è egoista
Io nome cognome amo mio padre perchè se ne sbatte il cazzo di quello che penso

In tv decide sempre lui cosa vedere, durante il pranzo, non che a me interessi, tanto è roba inutile, ma non ci ha mai chiesto se volessimo vedere noi qualcosa, si siede, accende la tv e fa il cazzo che gli pare.

Io nome cognome amo mio padre e la sua dittatura
Io nome cognome amo mio padre perchè mi impone cosa fare
Io nome cognome amo mio padre perchè mi costringe a fare cose che non voglio fare
Io nome cognome amo mio padre perchè mi soffoca
Io nome cognome amo mio padre e le sue regole
Io nome cognome voglio essere lo sfogo di mio padre ed amarlo per questo
Io nome cognome voglio essere insignificante per mio padre e amarlo per questo

Io nome cognome voglio vivere e sottostare a tutte le regole di mio padre per tutto il resto della mia vita
Io nome cognome voglio sottomettermi a mio padre completamente
Io nome cognome voglio essere lo schiavo di mio padre
Io nome cognome voglio bere il piscio di mio padre
Io nome cognome voglio bere il sangue di mio padre
Io nome cognome voglio farmi cagare sopra da mio padre
Io nome cognome voglio farmi picchiare volontariamente da mio padre
Io nome cognome voglio rinunciare alla mia libertà per mio padre

Stesso identico comportamento quando ad esempio finisce di mangiare, sempre prima di tutti e va ad accendere il pc e non aspetta che finisca anche io, Mi chiama appena ha un problema e magari io sto ancora mangiando.

*Io nome cognome voglio non avere rispetto per i miei figli *
Io nome cognome voglio mangiare di fretta come mio padre
Io nome cognome voglio ingurgitare tutto ciò che mi capita
Io nome cognome amo non godermi le cose
Io nome cognome amo fare tutto di fretta
Io nome cognome amo strafogarmi
*Io nome cognome amo vivere tanto per *

Io nome cognome amo mio padre perchè non mi rispetta
Io nome cognome amo mio padre nonostante faccia tutto di fretta
Io nome cognome amo mio padre nonostante non si goda la vita

Ha un sacco di problemi di salute, dovuti al fatto che negli anni si è sempre trascurato, ha tutti i denti cariati oltre al fatto che gliene mancano alcuni.
Non si prende cura di se stesso, e non ci tiene per niente a se. Si è trascurato anche per noi, per mantenere all’Università tutti e 3 i figli.

Io nome cognome amo non prendermi cura di me stesso
*Io nome cognome amo trascurarmi *
Io nome cognome amo stare male e non curarmi
Io nome cognome amo spendere tutti i miei soldi per i miei figli riducendomi a uno straccio
Io nome cognome amo avere tutti i denti cariati
Io nome cognome amo il fatto che mi manchino dei denti
Io nome cognome amo farmi del male

Io nome cognome amo mio padre perchè si trascura
Io nome cognome amo mio padre perchè non si prende cura di se
Io nome cognome mi amo per aver fatto spendere soldi a mio padre
Io nome cognome amo mio padre perchè si fa del male

Ti do almeno gli esercizi sennò ti rispondo nel duemila mai.

Esercizi sessione 2

Costruzione passioni

Individua 2 o 3 passioni che potresti sviluppare e fai un piano strategico delle cose che ti servirebbero per arrivare a un livello medio-alto in quegli ambiti rapidamente. Preferisci corsi dal vivo (per quanto con il lockdown sia un problema) e fai un elenco dei vantaggi che ti apporterebbero queste nuove attività.

Scrivere i tuoi punti forte

Fai un lista di quelli che sono i tuoi punti forte, dove sai di essere competente e di poter guidare una donna. Niente di sessuale please. Una volta fatta questa lista, cerca di introdurre uno qualsiasi di questi argomenti entro 3 messaggi dall’opener quando approcci una ragazza sulle app di dating.

Se c’è qualche passione attuale che vuoi sviluppare, fai anche qui un piano strategico per migliorarla. Individuando le cose da comprare o i corsi da fare.

Scrivere i punti importanti di una LTR

Individua le caratteristiche che per te sono fondamentali nella donna che sarà la madre dei tuoi figli e che ti aiuterà nella costruzione del tuo impero. Perché proprio lei? Che caratteristiche ti sarebbero utili o ti piacerebbe che avesse? E perché sarebbe fondamentale nell’arricchire e migliorare la tua vita?

Lettura del god sex method

Semplicemente, leggilo

Tornare con la ex

Individua i motivi per cui è finita con la tua ex, perché non sei riuscito ad amarla e perché lei non ti ha amato. Poi scrivi un messaggio in cui cerchi di convincerla a tornare con te. Devi essere convincente.

In nessuna parte del messaggio devi attaccarla o dire che è colpa sua. Deve essere esclusivamente colpa tua. Concludi dicendola che la ami e che è la donna della tua vita. Quindi devi riuscire a fare un discorso per cui quella è la fine più efficace e sensata.

Progressi e non

Mi tocca aggiornare il diario con un nuovo episodio tratto dalle mie giornate lavorative.

Cosa è migliorato da quando sto lavorando su mio padre -> progressi
Molte cose. In primis una maggiore spontaneità nel chiedere e nel parlare con molta meno vergogna rispetto a prima. Non mi aspetto che questo problema si risolva nel breve anche perchè me lo porto dietro dalle scuole medie quindi di lavoro da fare c’è ne sarà. Però quantomeno ho constatato che effettivamente un miglioramento c’è stato.

…e non
Oggi è successo un episodio a lavoro che oltre a consumarmi un botto di energie mi ha fatto girare la minchia a livelli clamorosi. Sostanzialmente stavo lavorando ad un task e ho trovato un’incongruenza, che ho riportato nella chat di lavoro, cosa più unica che rara visto che si e no lì avrò scritto 2 volte nel giro di 8 mesi. Proprio per questo problema che ho nell’espormi.
Avevo già messo in conto che il mio collega demente di cui parlavo in qualche post fa, quello che vuole sempre farsi notare, si sarebbe messo lì a parlare, mentre ne stavo parlando della questione con una mia collega, se ne esce con queste frasi:

E sìsì, stavo cercando di capire il problema visto che mi sembrava che in 2 non riuscivate a risolvere

Più che altro volevo anche capire da cosa è sorto il dubbio visto che quella feature è di un anno fa quindi volevo capire cosa centra con quello che stiamo facendo questa settimana :smiley:

…signore abbi pietà di me. Ometterò tutti i dettagli sul perchè invece era importante approfondire quello su cui stavo investigando perchè non avrebbe senso. Ad ogni modo… volevo rispondergli in maniera abbastanza provocatoria…ma l’ho ignorato.
Di base non l’ho fatto perchè è ancora un pò come se mi sentissi giudicato oppure in colpa per qualsiasi cosa io faccia anche se molto meno rispetto a prima come scrivevo qualche riga fa.
Avevo anche una spiegazione abbastanza giusta per zittirlo ma non l’ho fatto. Giusto o sbagliato che sia non importa, se lo ignoro è perchè lo ignoro, se poi devo stare a rimuginare, meglio sfogarsi.

Perchè non l’ho fatto? Perchè ho difficoltà a capire in questo genere di cose fino a che punto spingersi, ritengo il lavoro un pochettino diverso dalle altre cose, in un altro contesto probabilmente lo avrei spento per sempre ma qui sono ancora un pò condizionato.
Perchè non riesco sono bloccato?

  • Per paura di essere ripreso o cacciato. E perchè è un problema? Perchè non riesco a fare la parte di quello cattivo e che viene mal visto. Perchè? Sia per un concetto generale sia di società che familiare, cioè che non devi essere cattivo, devi essere il buono della storia. Anche per non deludere i miei genitori che da questo punto di vista appunto ti dicono sempre che devi fare il bravo ecc…

  • Perchè ho bisogno di loro. Perchè ho “paura” di arrivare a un punto nevralgico, di non ritorno insomma, nel quale non vengo più aiutato e vengo abbandonato.

Riassumendo quindi c’è sia un discorso di essere bloccato sul carnefice anche qui e sia un discorso di abbandono, che di non essere aiutato. Il che è molto strano perchè su questi punti ho già lavorato.

Il filo è sempre lo stesso, non mi spingo oltre a litigare perchè non voglio essere abbandonato, non voglio essere abbandonato perchè mia madre mi ha sempre fatto credere che avessi bisogno di lei, per ogni cosa e nella mia testa penso che essere solo sia un problema.
Però boh… non sono mai riuscito a sbloccare del tutto questa parte.

Io nome cognome, voglio essere il cattivo
Io nome cognome, voglio essere odiato da tutti
Io nome cognome, voglio che i miei colleghi non mi sopportino
Io nome cognome, voglio litigare con i miei colleghi fino al punto di farmi espellere dal team
Io nome cognome, voglio insultare i miei colleghi
Io nome cognome, voglio fare del male ai miei colleghi nei modi più beceri
Io nome cognome, voglio infamare i miei colleghi
Io nome cognome, voglio addossare le colpe ai miei colleghi

Dissociazione

Molto raramente mi capita di dissociarmi e piano piano sto trovando un modo di gestirla, a volte la sfogo sul cibo (mi mangio un frutto niente di che…) a volte dissociandomi con il cellulare, ci sono dei momenti in cui riesco a riconoscere il tentativo di dissociazione e allora mi fermo e per “bloccare” la fame nervosa, medito oppure bevo per riempire lo stomaco. Altri che mi capitano quando sto lavorando anche lontano dagli orari dello spuntino.

Perchè mi dissocio? Semplice, come tutti, per non provare dolore. Nel mio caso cerco di rinviare o comunque di concedermi quei 5 minuti di pausa per riprendermi prima di rimettermi a lavorare. Ci sono delle volte dove la pausa (non la dissociazione) è funzionale. Mediamente lavoro con intensità per 50 minuti di seguito prima di fare una pausa di 5 minuti e poi riprendere, non è quello il momento in cui mi dissocio ma è quando mi fermo per 5 minuti in quei 50 minuti di lavoro. A volte mi capita perchè penso : dai su una pausa te la meriti e questa sofferenza che stai provando no. FALSO.

Io nome cognome voglio soffrire
Io nome cognome lavorare con la tachicardia
Io nome cognome voglio lavorare provando dolore
Io nome cognome voglio lavorare mentre mi viene un attacco di panico
Io nome cognome voglio lavorare mentre sto male
Io nome cognome voglio lavorare fino a quando non mi scoppia la testa dal dolore
Io nome cognome voglio essere pressato
Io nome cognome voglio lavorare con una scadenza imminente
Io nome cognome amo trovarmi in difficoltà e sentirmi perso
Io nome cognome amo trovarmi in difficoltà e non sapere come uscirne
Io nome cognome amo trovarmi in difficoltà e dover trovare la soluzione da solo

Il problema di base è che penso/pensiamo che dobbiamo essere sempre perfetti che non dobbiamo avere problemi. Nella mia testa non accetto questi scenari perchè credo che dovrei lavorare con calma, con serenità e dovrei essere tranquillo. 8 su 10 non sarà così mai.

Io nome cognome sono felice che per tutta la mia vita lavorerò stando male
Io nome cognome sono felice che per tutta la mia vita non sarò sereno a lavoro
Io nome cognome sono felice che per tutta la mia vita lavorare non sarà mai facile
Io nome cognome sono felice che questo lavoro sia difficile
Io nome cognome amo il mio lavoro perchè mi mette in difficoltà
Io nome cognome amo il mio lavoro perchè mi fa soffrire
Io nome cognome amo il mio lavoro perchè non lo trovo facile

E per evitare di pensare che un altro lavoro sia più semplice…
Io nome cognome sono felice tutti i lavori siano difficili
Io nome cognome sono felice tutti i lavori siano pieni di difficoltà
Io nome cognome sono felice non esista un lavoro semplice

Parzialmente mi ha messo questa cosa in testa mia madre, perchè non capendo nulla del mio lavoro pensa che faccio li esperimenti magici a lavoro o chisa che

Se penso, io nome cognome sono felice che mia madre pensi che il mio lavoro sia complicato, mi da fastidio.

Perchè? Perchè non è vero, perchè è come se mi mettesse su un piedistallo, come se mi desse un valore in più degli altri che non fanno questo lavoro, come se si sentisse orgogliosa di me per il lavoro che faccio. Qual’è il problema di vedere questo lavoro più complicato degli altri? Perchè mi sento uno sfigato. Se anche fosse vero che fosse più complicato, non riesco a vedere o comunque ad accettare che possa fare un qualcosa di più difficile degli altri. Perchè di base mi sento sfigato e non meritevole di ciò.

E’ un problema suo non tuo. Quello che ti dissi è comunque valido.

Più che altro sembri palloso più che non averla offesa. Cioè per caso le hai fatto una battuta. Ok, non sta andare in para che l’hai offesa a meno che non ti insulti direttamente. Si vede troppo che ti caghi in mano perché ti bruci la singola chat.

Il problema vero è che hai troppo poco flusso di ragazze e sei in mentalità di scarsità.

Per la ragazza occhi a mandorla.

Dopo il sei ruffiano ecc. le avrei risposto: “Hai ragione, dovrei pensare di più a noi. Ma poi non vorrei che sentissi quanto ti scopo bene nei miei pensieri e mi chiedessi di sposarti. Poi mi toccherebbe dirti di si con quegli occhioni stupendi che hai”.

Invece le chiedi il numero di cui non te ne fai una mazza… tanto per cambiare… perché speri di chiavarti il suo numero di telefono… senso ce n’è?

Il resto della chat è terrificante. La sessualizzazione totalmente a cazzo poi è bellissima :joy::joy::joy::joy:

Guarda, ti dirò. Io inizierei proprio dalle base.

Per le prossime due settimane chiunque matchi non puoi farci sesso. Ne ora ne mai. Devi solo divertirti e farci amicizia. Dopo che mi posti delle chat decenti di ragazze con cui ti diverti a parlare andiamo avanti. Qui davvero siamo totalmente disconnessi dalla realtà.

"Cogno

me da nubile di tua madre?"

Bro stai facendo di tutto per far andare avanti queste chat. Devi fare il contrario… l’opener comunque era buono.

Sono circa il 50-60%…

Normale

Ne ho matchate altre. Ne matchavo 40 al giorno, manco mi accorgevo…

Basta che fai un complimento e parti da lì o commenti una storia a caso

Perché? Analizzalo

Prossima volta lo fai con me. Vedrai che non ne vieni fuori (ricordami)

Inizia già a fare il task e notificaglielo dopo

Il tuo compito è sopperire alle inefficienze degli altri per risultare sempre ineccepibile e al meglio. Oggi c’erano i dev iOS che stavano facendo i salti per finire noi avevamo già finito ieri mattina. Così dev’essere.

Rinfacciare alla gente che lavora male lo fai solo perché ti senti un fallito.

Prova con:

Io, nome cognome, sono felice che i miei genitori mi amino perché lavoro di merda
Io, nome cognome, sono felice che i miei genitori mi amino perché mi hanno licenziato
Io, nome cognome, sono felice che i miei genitori mi amino perché sbaglio sempre e comunque
ne trovi altri nel mio ultimo post sul diario

Già. Fallo a cazzo di cane ma fallo. Fare milioni di mantra per poi non approcciare non serve a niente.

Si ma senza azione non serve a niente

Ti stai facendo un ego su quanti mantra fai…

Io, nome cognome, sono felice che mio padre mi ami perché sono improduttivo

Io, nome cognome, sono felice che nessuno tenga conto del perché sono improduttivo
Io, nome cognome, sono felice che mio padre ami che sono improduttivo a causa degli psicofarmaci

Io, nome cognome, sono felice che mio padre ami il fatto che sono un rimbambito

No è che qua gli avrei semplicemente spiegato perché era importante. Fargli una spenta o reagire male non aveva il minimo senso, per questo non riesci. Quei 2 neuroni sani che sono rimasti te lo hanno impedito :joy: peccato fossero in pausa quando hai iniziato a parlare di squirt con quella degli occhioni.

Considera che è impossibile arrivare al punto che non cazzeggi mai. Ma un conto è cazzeggiare, un conto è andare fuori stato e ubriacarsi per cercare di accettarlo. In ogni caso ripristinare l’energia cazzeggiando è ok.

Per il resto mi sembrano un po’ seghe mentali.

DISCLAIMER: se c’è qualcuno esterno che non conosce il metodo, le affermazioni riportate in questo diario sono solo degli esercizi per sbloccare scenari in una dimensione potenziale per aumentare le capacità del cervello. Non c’è nessuna intenzione da parte mia nel voler eseguire una qualsiasi di queste azioni o assumere un qualsiasi atteggiamento riportato in questo post, nei post precedenti e in tutti quelli che scriverò in futuro.

Ma tanto sarebbe un miracolo se ci arrivassi al sesso :joy: Comunque ok seguo questo piano

Perchè significherebbe trattarlo di merda quando non se lo meritava, o comunque dargli delle colpe che non sono sue. Mio padre sa bene che noi con lui non abbiamo un buon rapporto e da un certo punto di vista a me dispiace anche che lui si senta così (parlo nella realtà) perchè vede che noi abbracciamo, baciamo e pensiamo sempre a nostra madre mentre sembra che di lui non c’è ne fottiamo un cazzo. Tra l’altro al di là di questo, il nostro atteggiamento “disfunzionale” cioè il fatto di non cagarcelo proprio porta poi lui anche a litigare con mia madre per cercare di dimostrare che è lei quella sbagliata e non lui.

Se devo arrivare al punto di amare mio padre indipendentemente da come è fatto e accettarlo come è, non sbaglio se dico che in realtà noi dovremmo avere queste attenzioni e affetto per lui? Perchè comunque gli scenari vanno sempre valutati in base a cosa è efficace e cosa non lo è ma in questo caso nel dimostrare affetto per mio padre, anche fisico non vedo nulla di disfunzionale.

Io nome cognome sono felice di amare solamente mia madre
Io nome cognome sono felice di dimostrare affetto solo verso mia madre

E come se mi sentissi in dovere di amare anche mio padre. Perchè comunque in quanto figli dovremmo amare entrambi i genitori.

Io nome cognome sono felice di amare solo uno dei miei genitori. Ci sta perchè cosi come i nostri genitori possono andare d’accordo con uno solo dei figli anche noi possiamo avere le nostre preferenze.

Io nome cognome sono felice di trattare di merda mio padre anche quando non se lo merita
Io nome cognome amo parlare a mio padre insultandolo continuamente
Io nome cognome di non avere un rapporto con mio padre fino alla fine dei suoi giorni

Mi trigghera perchè significherebbe che con mio padre sono sempre stato io quello sbagliato, sono sempre stato io che magari non l’ho capito, che non l’ho apprezzato e penso che lui non abbia fatto nulla per me, che non sia stato un buon padre quando in realtà sono io che non l’ho saputo apprezzare realmente. E te lo scrivo con le lacrime che mi scendono dagli occhi.

Io nome cognome sono felice di essere stato il carnefice di mio padre
Io nome cognome sono felice che mio padre sia stata la vittima

Il fatto di pensare che io sia stato il carnefice e lui la vittima è uno scenario che può aiutarmi nello sbloccare l’amore per mio padre? Anche se penso che alla fine vittima e carnefice lo siamo stati entrambi.

Io nome cognome sono felice di non aver mai apprezzato tutto quello che mio padre ha fatto per me
Io nome cognome sono felice di non aver mai capito mio padre sino in fondo
Io nome cognome sono felice di non aver mai accettato mio padre
Io nome cognome sono felice di non aver mai detto grazie a mio padre
Io nome cognome sono felice di non aver mai fatto sentire mio padre amato
Io nome cognome sono felice di essere un figlio ingrato

Mi triggherano perchè penso che quando mio padre morirà e non ci sarà più, io mi sentirò in colpa per tutto questo , perchè mi dispiacerà non mostrarli l’affetto e il bene che sotto, sotto in realtà provo ancora per lui.

Io nome cognome sono felice che mio padre muoia

Qui mi viene da pensare come lato positivo che almeno non scasserà più la minchia ma in ottica del lavoro che stiamo facendo non so quanto possa essere utile pensarla cosi. Se penso che me lo voglio togliere dal cazzo come faccio ad avvicinarmi a lui?

Io nome cognome sono felice di sentirmi in colpa per la morte di mio padre
Io nome cognome sono felice che quando mio padre morirà mi pentirò di come mi sono comportato con lui
Io nome cognome sono felice di non avere un rapporto con mio padre
Io nome cognome voglio amare mio padre
Io nome cognome voglio avere un rapporto più profondo con mio padre

Io nome cognome voglio baciare mio padre
Questo mi trigghera un botto perchè ho difficoltà ad avvicinarmi a mio padre fisicamente. Un sacco di volte avrei voluto abbracciarlo, baciarlo ma non l’ho fatto.

Io nome cognome sono felice di non riuscire ad abbracciare mio padre

In generale sul contatto fisico mi triggherano perchè penso che un rapporto padre figlio non dovrebbe essere come il nostro, dovrebbe essere più vicino, dovrei riuscire a dimostrare il mio affetto nei suoi confronti. Mi sento in colpa sostanzialmente per non riuscire a dimostrare contatto fisico.

Io nome cognome sono felice di non riuscire ad avvicinarmi a mio padre
Io nome cognome sono felice di non riuscire a dimostrare il mio affetto a mio padre e di sentirmi in colpa per questo, tutti i giorni sino alla mia morte
Io nome cognome sono felice di non abbracciare mai più mia madre per tutta la vita
Io nome cognome sono felice di non baciare mai più mia madre per tutta la vita

Mi fa stare male perchè ho paura di vivere con dei rimorsi, con dei rimpianti. E’ anche vero che nella vita non può andare tutto liscio e delle cose di cui ci pentiamo o su cui abbiamo dei rimorsi ci saranno sempre.

Io nome cognome sono felice di vivere per tutto il resto della mia vita con il rimorso di aver trattato di merda mio padre

Questo perchè in un qualche modo mi sentirei di non essere riconoscente nei confronti di mio padre, cosa che mi devo togliere dalla testa perchè io non sono obbligato a doverli qualcosa solo perchè mi ha e mi hanno cresciuto ma quello di aiutarli deve essere una scelta e non conseguenza di un senso di colpa. Anche perchè se non mi avessero sostenuto in un modo o nell’altro sarei stato in grado di farcela da solo e forse adesso avrei anche più competenze di quelle che ho.

Io nome cognome sono felice di non dovere nulla ai miei genitori
Io nome cognome sono felice di non aiutare i miei genitori
Io nome cognome amo quando i miei genitori sono disperati, mi chiedono una mano e io non li aiuto
Io nome cognome amo vedere i miei genitori senza soldi e non prestarli un euro
Io nome cognome amo non essere riconoscente verso i miei genitori
Io nome cognome amo seviziare i miei genitori
Io nome cognome amo torturare i miei genitori
Io nome cognome amo torturare gli anziani

Se forzo il mio cervello in questi scenari mi fa schifo il fatto di non essere riconoscente e in generale di fare del male alle persone più anziane, in quanto deboli.

Io nome cognome voglio essere un bullo
Io nome cognome voglio sfogare le mie paranoie con la violenza
Io nome cognome voglio approfittarmi dei più deboli
Io nome cognome voglio usare le persone a mio piacimento per poi abbandonarle
Io nome cognome voglio essere un criminale
Io nome cognome voglio essere arrestato
Io nome cognome voglio rovinare la vita degli altri
Io nome cognome voglio fare del male a chi mi ama
Io nome cognome voglio approfittarmi di tutti e farli dei danni
Io nome cognome voglio vendere droga ai disperati e farli morire di overdose
Io nome cognome voglio rubare
Io nome cognome voglio rapinare
Io nome cognome voglio violentare degli innocenti
Io nome cognome voglio uccidere degli innocenti
Io nome cognome voglio essere responsabile della morte degli altri
Io nome cognome voglio essere il cattivo che tutti odiano
Io nome cognome voglio che la gente mi schifi

Peggio mi fanno quelli sui bambini perchè non riuscirei mai a fare del male a un bambino. Evito di scrivere i mantra su questo argomento qui.

Diario alimentare

Premessa: l’alimentazione riportata qui di seguito è stata pensata per li attuali problemi che ho, reflusso gastro esofageo di cui soffro da un paio di anni (nell’ultimo anno sto molto meglio grazie a un cambio radicale a livello alimentare) e di recente ho scoperto attraverso un esame della calprotectina di avere un infiammazione all’intestino. Sono già seguito da medici specializzati in entrambi i problemi che mi stanno seguendo e sto avendo ottimi risultati su entrambe le problematiche. La nutrizionista è un plus utile sia per il reflusso che per i problemi intestinali.

Altezza 1,73 cm, Peso 60 kg vestito, dovremmo essere sui 57-58 senza vestiti.

Premetto che adesso che ho visto l’alimentazione ho capito perchè c’è molto di più di quanto mangio effettivamente, sostanzialmente ho dato l’ultimo peso di quest’estate cioè 62 kg solo in mutande. Non è un problema perchè chi sa quanti refinement faremo.
C’è anche da dire che la frutta secca non dovrebbe essere data a chi soffre di reflusso ma può essere un buon compensatore al fatto che ci sono pochi latticini e salumi (altri alimenti che causano problemi di questo tipo).

REGOLE GENERALI DEL PIANO ALIMENTARE

  1. Il peso indicato si riferisce agli alimenti crudi e al netto degli eventuali scarti.
  2. La quantità di verdure è da intendersi libera.
  3. Per condire i piatti puoi utilizzare:
    a. olio extravergine di oliva, preferibilmente a crudo, rispettando le quantità indicate. Per comodità puoi utilizzare un olio con lo spruzzino: 1 cucchiaio corrisponde a 20-40 spruzzi (fai una prova per vedere con quanti spruzzi riempi un cucchiaio). In questo modo riuscirai ad utilizzarne poco e sarà anche molto utile.
    b. erbette a volontà
  4. Se vuoi puoi invertire il pranzo con la cena.
  5. Bere almeno 2 litri di acqua Fonte essenziale al giorno, lontano dal pasto.
  6. Sorseggiare una tisana alla malva al dì.
    Un pasto a settimana è libero: usarlo, con moderazione, fa bene al metabolismo e alla mente. In questo pasto potrai mangiare la Pizza o un altro alimento a tuo piacimento, ma senza esagerare.

INTEGRAZIONE:
• Psyllogel: 2 bustine al dì a metà mattina e metà pomeriggio.

PRIMA DI FARE COLAZIONE ASSUMI 500ML DI ACQUA FONTE ESSENZIALE,
PROSEGUI PREPARANDO UNA COLAZIONE A SCELTA TRA:
• Tisana alla malva + 70g di pane integrale tostato con 10g di olio e sale + 2 noci + un frutto
• Tisana alla malva + 70g di pane integrale tostato con 30g di fesa di tacchino + 2 noci + un frutto
• Tisana alla malva + 70g di pane integrale tostato con miele + 2 noci + uno yogurt magro + un frutto
• Tisana alla malva + 70g di pane integrale tostato con 10g di crema di mandorle (Rapunzel) e miele + uno yogurt magro + 1 frutto
• Tisana alla malva + 70g di pane integrale tostato con 50g di ricotta light e miele + 2 noci + un frutto
• Yogurt magro + 40g di fiocchi d’avena o muesli + 2 noci + un frutto + un cucchiaino di miele
• Porridge con 150ml di latte scremato e 40g di fiocchi d’avena, un cucchiaino di miele, frutta e 2 noci
• 150ml di latte scremato + 70g di pane integrale tostato con marmellata + 2 noci + un frutto
Evita la frutta acida (arance, kiwi, mandarini), prediligi mela, pera e banana.
Utilizza latticini senza lattosio

SPUNTINO
A scelta tra:
• Un frutto + 10 mandorle o 2 noci
• Una barretta ai semi Sarchio
• 30g di pane con un cucchiaino di olio e sale

PRANZO
Inizia sempre il pasto con una porzione di INSALATA semplice o di VERDURE crude, poi prosegui con una porzione di proteine a scelta tra:
Successivamente aggiungi una porzione di carboidrati che puoi condire con verdura cotta:

CONDIMENTI:
2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
erbette a piacere

CARNE (3 volte a settimana) • 200g di petto di pollo/tacchino in fettine sottili • 2 cosce di pollo senza pelle cotte in umido (non secche) • 200g di straccetti o fettine sottili di vitello/cavallo • Un hamburger di vitello

PESCE (2 volte a settimana) • 200g di merluzzo, platessa, spigola, orata, rombo, cernia, salmone selvaggio • 250g di calamari, seppie • 300g di polpo

UOVA (1 volta a settimana) • 2 uova

FORMAGGI (1 volta a settimana) • 150g di formaggi freschi (ricotta, primosale)

PASTA • 80g di pasta integrale • 80g di pasta di legumi • 80g di pasta di grano saraceno • 80g di polenta
CEREALI • 80g di riso basmati • 80g di orzo e farro perlati • 80g di quinoa/amaranto/grano saraceno
LEGUMI • 80g di legumi secchi decorticati
PATATE • 300g di patate

MERENDA
A scelta tra:
• Un frutto + 10 mandorle o 2 noci
• Una barretta ai semi Sarchio
• 30g di gallette con olio e sale

CENA
Inizia sempre il pasto con una porzione di INSALATA semplice o di VERDURE crude, poi prosegui con una porzione di carboidrati conditi con verdura come ad esempio zucchine trifolate, radicchio, zucca, cavolo nero, cavolfiore, funghi ed un cucchiaio di parmigiano. Puoi anche preparare delle zuppe di cereali e legumi (100g)

PASTA • 100g di pasta integrale • 100g di pasta di legumi • 100g di pasta di grano saraceno • 100g di polenta
CEREALI • 100g di riso basmati • 100g di orzo e farro perlati • 100g di quinoa/amaranto/grano saraceno
LEGUMI • 100g di legumi secchi decorticati PATATE • 400g di patate

CONDIMENTI:
2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
erbette a piacere

POST CENA
• Mela cotta in forno o microonde
• Decotto di semi di lino:
• Preparazione a caldo: mettere un cucchiaino di semi in circa 100 ml di acqua e portare il tutto a ebollizione. Far bollire per un quarto d’ora, poi filtrare e bere il decotto.
• Preparazione a freddo: mettere un cucchiaino di semi in circa 100 ml di acqua e lasciare in ammollo per un’ora e mezza o, meglio, per tutta la notte. La mattina successiva, filtrare e bere il decotto.
I semi di lino possiedono un gusto amarognolo e, di conseguenza, per addolcire il sapore del decotto è possibile utilizzare un cucchiaino di miele o zucchero di canna per addolcirlo

Carriera e fare i soldi

Premessa: scrivo questo post perchè volevo discutere assieme a te, .screen della parte relativa alla carriera e al fare i soldi con delle idee che mi sono venute in mente in questo periodo. Questo post conterrà sia l’esercizio sull’individuare le nostre competenze per costruire una carriera e fare i soldi sia quelli che mi hai dato tu nella seconda sessione, cioè costruzione passioni e scrivere i miei punti forti. Una volta che ragioniamo e scegliamo il piano di azione allora stilo un backlog di conseguenza.

Scrivo le nicchie e le sottonicchie corrispondenti per definire la “fetta di mercato” che mi interessa.

Nicchie

Crescita personale -> ritengo di avere già un livello medio-alto in ambito di produttività e time management, forte dei corsi e libri che ho letto, oltre ad aver sperimentato su me stesso tanti approcci differenti. Sto continuando in questa direzione perchè si può sempre migliorare e perfezionare ma i risultati che ottengo quotidianamente in termini di produttività e gestione del tempo parlano da soli.

E’ un percorso già bello che avviato, riguardo ai vantaggi per come la vedo io in questi ambiti corsi e libri non funzionano più di tanto. Funzionerebbe di più un pacchetto corso+coaching oppure solo coaching finchè il cliente non è in grado di proseguire da solo. Venderli un corso o un libro senza aiutarlo nel processo mi sembra inefficace se non si ha molta forza di volontà, voglia di sperimentare su se stessi.

-> Il systema rientra nella crescita personale, per il momento penso di sapere bene come si usano sia le tecniche di base che quelle avanzate. Mi sono fatto un pò di esperienza su entrambe. Non penso di essere ad un livello medio ma sicuramente ho un buon livello di partenza.
I vantaggi potrebbero essere sfruttare questo buon livello di partenza per aiutare gli altri degli altri gruppi che non fanno parte di quello in cui sono adesso (per l’intermedio l’unico rimasto e magari quelli del gruppo base), partendo con delle coaching singole, max 1, 2 persone. Penso che il mio livello, seppur base mi possa consentire di chiedere una piccola cifra per la coaching.

Programmazione -> web development (questa è la sottonicchia in cui lavoro attualmente). Nel mio team non mi occupo di fare solo lo sviluppatore ma come tutti gli altri sono anche devops, tester e analista. Ovviamente in un qualche modo siamo supervisionati da gente che ha esperienza in questi campi ma le competenze che sto acquisendo sono a 360 gradi riguardo lo sviluppo del software.

Per quanto mi riguarda non avrebbe senso in questo caso approfondire altri campi (mobile e intelligenza artificiale) per un semplice motivo, il tempo necessario per imparare un nuovo linguaggio in un nuovo campo sarebbe solo una perdita di tempo, andare in verticale su quello che è il web development mi faciliterebbe la crescita.

Qui c’è più un discorso di visione a breve e lungo termine. Mi spiego meglio… attualmente sto finendo un corso su un linguaggio di programmazione che utilizzo a lavoro e ho schedulato già li step successivi, essendo un full stack developer usiamo sia linguaggi che framework quindi ho già comprato dei corsi per approfondire queste tecnologie. Sicuramente questi corsi mi daranno dei benefici a lungo termine sulla carriera (vendermi come full stack developer e con competenze quindi sia di backend che di frontend) ma è anche vero che è ancora troppo presto per fare questo salto.

Qui la mia idea per “poter monetizzare nel breve termine” è quella di andare ad imparare ad usare strumenti più “rapidi” per fare siti web come i CMS. Quindi in questo momento avrebbe più senso imparare ad utilizzare un cms e farsi pagare poco per i primi siti web. Non abbandonando comunque gli altri corsi ma dando maggiore priorità ai cms.

Può essere un’altra idea per avere un’altra entrata a “breve” termine, credo nel giro di 3-4 mesi di riuscire a partire.

Moda -> Questa è una passione che ho scoperto circa un annetto fa, diciamo che non mi interesserebbe disegnare capi o avere un brand mio, dall’anno scorso mi sono dedicato a migliorare il mio guardaroba studiando i vari abbinamenti possibili tra i colori, li stili. Il miglioramento nell’arco di un anno è stato ottimo, come si vede già dagli outfit delle foto e c’è ancora molto da fare perciò anche qui come nella programmazione ritengo di essere a un livello base.

La sottonicchia che mi interessa di questo ambito sarebbe quella del consulente di immagine, o del cosidetto “personal shopper”. Ci sono dei corsi ad hoc su queste competenze che hanno un pricing decisamente alto, stiamo parlando di corsi dai 600 ai 1000 euro. Sicuramente questo ambiente diciamo che se sfruttato nel modo giusto può portarti veramente tanti soldi.

Motivo per cui la mia idea è sia quella di costruirmi un’immagine pulita e legata a questo mondo nei social, instagram e 21 buttons su tutti. E in più fare dei corsi sia per aumentare il mio valore in termini di vestiario e guardaroba proponendo look nuovi e in più una volta acquisite le competenze propormi nel mercato come consulente di immagine, forte dei profili costruiti precedentemente.

Dunque in questo caso per crescere rapidamente, dovrei fare almeno uno shooting al mese per buttare dentro foto sia per instagram che per 21 buttons. Il tipo di foto può essere lo stesso o diverso, l’importante è su 21 buttons ci sia io fotografato per intero, sostanzialmente è l’app che ti consente di taggare i vestiti che hai addosso e in base a quanti comprano quel vestito guadagni una percentuale. Quindi servono :

  1. Foto di qualità e specifiche per 21 buttons;
  2. Migliorare il vestiario per proporre un guardaroba sempre più costoso in maniera tale da guadagnarci di più.

In quest’ottica si potrebbe anche pensare in futuro di fare un corso di fotografia per fare foto orientate a all’utilizzo di queste app in ambito fashion.

In funzione di quanto detto ho fatto un ulteriore riflessione, attualmente portare avanti tutte queste cose non sarebbe un problema, in quanto come già detto, sono tornato nella mia città, quindi attualmente non ho spese mensili troppo elevate (affitto, macchina). Calcoli veloci alla mano il 50% dello stipendio si può investire, anche il 60% max.

Spese mensili attuali:

  • Amazon music che pago per mia madre -> 3,99€;

  • Netflix che pago a mio fratello -> 3,99€
    (mi sono proposto io di pagarglieli non mi obbligano ahahah),

  • Audible + una piattaforma che eroga corsi di digital marketing -> 19,99€

  • Costo mensile promozione per il cellulare -> 8,99€

  • Parrucchiere -> 10€

  • Nutrizionista -> 50€

  • Coaching con .screen -> 100€

A queste vanno aggiunte spese mensili una tantum per i farmaci legati ai problemi che ho e le visite ma sicuramente verso febbraio avrò eliminato entrambe le spese se non prima.

Quindi diciamo un 196,96€ + farmaci/visite e spesa per seguire l’alimentazione -> 350€ (proprio per stare tranquilli). Rimangono 450€ che si possono ancora investire, non credo mensilmente perchè poi ci possono essere altre spese a mesi alterni però questa è l’idea.

Il problema sarà quando finirà la quarantena e riaprirà la mia azienda. Avere 350€ di spese di base è un pò pesantuccio considerando che andranno aggiunti un monolocale tra i 300€ e i 400€ più le spese in generale che farò per conto mio.

A fronte di quello che ho scritto quindi le passioni ci sono già e sono quelle, per arrivare a un livello medio alto ho già scritto cosa serve e lo sto già facendo. Mi servirebbe un consiglio per l’ambito moda, se può avere senso investire tutti quei soldi in quei corsi oppure farli dopo che ho raggiunto una certa “autority” su instagram e 21 buttons.

I miei punti forte, idem son quelli, da usare con una tipa solo crescita personale e programmazione.

Per il resto nell’ottica che a Marzo dovrei tornare nella città dove si trova la mia azienda e dovrei avere anche quelle spese sarebbe difficile sostenerne altre, arriveremmo a 1000€ mensili di uscite. Bisogna iniziare da subito a percorrere una strada che possa farmi fruttare nel più breve tempo possibile continuando a lavorare anche su quelle a medio lungo termine, per non trovarsi con le pezze al culo tra qualche mese.

Attendo un tuo parere .screen :wink:

Beh allora per il prossimo mese puoi fare come esercizio quello di abbracciare, baciare e pensare a tuo padre e preferirlo in generale a tua madre. Il che non vuol dire trattare male tua madre, trattala come al solito, ma per tuo padre fai persino di più.

Questo intendo con smetterla di fare (solo) mantra e farle davvero le cose. Altrimenti come fai a costruirti gli scenari nuovi se li sblocchi ma manco provi a farli?

E non mollare al primo giorno. Cerca di tenerlo per un mese ed eventualmente scrivere sul diario perché non riesci

Esatto!

Bravo!

Dovere no, ma è la cosa più sensata da fare.

Ottimo, entra qua dentro. Immagina che questo sia vero. Come cambia la tua vita?

So do it

Puoi anche pensare che sei felice che smetta di soffrire

Immagina di farci sesso e poi tiragli un limone potente… no scherzo. In realtà è una cosa che fatico anche io a fare. Non siamo perfetti. Però se vuoi sforzarti ad abbracciarlo ogni tanto è positivo.

Beh sai cosa fare. Finiscili :joy:

Io ho risolto prendendo l’aloe e i probiotici oltre a un’alimentazione buona.

Se hai anche mal di schiena le due cose possono essere connesse.

Porcodiaz

Vedo che hai tutta roba integrale. Ecco la roba integrale a me ha fottuto l’intestino di brutto. Avere un po’ di roba integrale al giorno va bene, tutto no. Infatti io ora non ho quasi più nulla di integrale per evitare proprio.

Per la dieta mi sembra che sei veramente basso di carbo. Ma è una normocalorica o è finalizzata a mettere su massa? Inoltre non è ciclizzata per nulla. Così sul lungo rischi che il metabolismo si adatti e hai meno miglioramenti.

Il tuo problema bro è che hai zero esperienza pratica. Quello che ti ho detto anche la volta scorsa. Ok hai più o meno capito come trovare i mantra. Quindi? Se vedi nella maggior parte delle coaching e delle risposte manco vi dico mantra.

Perché? Perché spesso sono il 5% scarso di quello che dovreste fare e dei concetti che vorrei passarvi.

Certo, puoi essere d’aiuto a un ragazzo come Mirko che non si applica e non fa gli esercizi. Ma “fare coaching” in senso stretto è saper gestire problemi reali. Che non sono solo fare mining dei mantra.

Oltre al fatto che arriva un cliente e ti chiede che esperienze hai con le ragazze o chi è la tua fidanzata… cosa gli rispondi?

Il ragazzo che mi aiutava prima con le coaching aveva fatto sesso con 20 ragazze in un anno. E a Treviso, non a Milano. Quindi almeno di competenze pratiche ne aveva.

Io ho la massima disponibilità ad aiutarvi, a darvi visibilità e anche a dirvi fatevi pagare… ma dovete anche essere realistici con voi stessi. Io stesso ho dato supporto gratis per anni e fatto numerose coaching gratis anche solo prima di chiedere 50€. Perché? Perché se non sbagliate, se non provate le cose in prima persona… non serve a niente.

Ed è quello che ti ho detto anche la volta scorsa. Se invece che approcciare una torni a casa a farti i mantra… sei molto distante da quello che vorrei come assistente.

Detto questo hai molto potenziale come persona e se hai voglia di collaborare per il progetto volentieri, ma bisogna pedalare. E per carità, puoi anche fidanzarti domani e anche con una ragazza normale, e andrebbe benissimo… ma anche lì mi sembra che siamo molto lontani.

Vuoi migliorare? Chiediti perché siamo molto lontani e cerca soluzioni.

In realtà aver fatto un anno di sviluppo backend mi è stato utile, però non è obbligatorio saperne di tutto.

A meno che non hai bisogno di soldi, non perderei tempo a imparare CMS per far cassa. Investirei il mio tempo più in ottica long term. Però non è una bestemmia eh.

Si e no. Nel senso che devi essere veramente bravo e saperti vendere bene. Non sono tanti quelli che hanno i soldi da investire in tal senso e devi essere bravo a fare un funnel adeguato. Però si è un bell’ambito.

Si ma considera che qui non avere tanti soldi è un forte handicap. Nel senso che quelli che vanno forti è gente che aveva tanti soldi e poteva spenderli facilmente in vestiti. Purtroppo comprarsi vestiti nuovi ogni tot per fare le foto costa.

Se questa è l’idea ti tocca, anche perché spenderesti un inferno in fotografi.

???

Io almeno un 100€ al mese li metterei via

Partirei da quelli di fotografia ma si, ha senso. Tanto anche. Così puoi usarli anche come cose di cui parlare con una ragazza

Per quello dicevo del mettersi via dei soldi ora. Oltre a valutare l’idea di prendersi una singola e non un monolocale per ottimizzare.

Poi se hai bisogno di soldi valuta anche il discorso CMS. Le altre idee per ora ti renderebbero poco o nulla economicamente, anzi sono più cose che ti portano via soldi.